A Lecce nasce il primo presidio di lettura nel rione Casermette

0
16

Lecce – Dalle letture all’aperto, nelle piazzette della rione, al presidio fisso di lettura: è il percorso del progetto “I viaggi del Bibliozaino: Casermette”, realizzato da Arteverso e sostenuto dal Comune di Lecce nell’ambito del programma “Lecce città che legge 2018/2019” dell’assessorato alla Cultura. Un’esperienza che grazie al micro-finanziamento ottenuto ha potuto evolversi e divenire esperimento-ponte di intervento integrato tra politiche sociali e politiche culturali.

Il settore Welfare del Comune di Lecce ha concesso uno spazio all’interno del centro sociale comunale di via vecchia Carmiano, arredato e rifornito di libri e albi dall’associazione Arteverso, pronto ad essere messo in rete con la biblioteca civica kid-friendly della città di Lecce, L’Acchiappalibri. Giorni fa si è concluso l’allestimento, appena le condizioni sanitarie lo consentiranno l’attività del presidio di lettura sarà presentata al quartiere con una iniziativa pubblica.

La costruzione di presidi di lettura è uno dei punti qualificanti del Dossier di candidatura della Città di Lecce per il titolo di Capitale Italiana del Libro 2021. I presidi, in sinergia con il settore Cultura e in rapporto costante con la biblioteca L’Acchiappalibri per il prestito e la fruizione del catalogo, andranno a comporre un “Sistema urbano della lettura”: una rete di spazi fortemente radicati che svolgono la funzione di vere e proprie agenzie di un sistema unico e coordinato, presente in tutti i quartieri della città.

A questo link è possibile leggere il dossier: https://www.comune.lecce.it/docs/default-source/notizie/dossier_lecce_capitalelibro2021.pdf

I presidi di lettura nei quartieri rafforzano lo spirito di comunità, i legami tra gli abitanti, diffondono benessere e occasioni positive di socialità – dichiara l’assessore al Welfare del Comune di Lecce Silvia Migliettasiamo contenti che il nostro centro sociale, che già ospita un centro diurno socio educativo e riabilitativo, possa offrire una base per le iniziative di lettura che saranno destinate ai tanti bambini del quartiere che già si sono affezionati al bibliozaino dell’associazione Arteverso e alle sue storie. Auspichiamo, superato questo momento difficile, di coinvolgere nella gestione della biblioteca le ragazze e i ragazzi del centro, che già dispone di una biblioteca accessibile”.

Il presidio delle Casermette è uno dei nodi del sistema urbano della lettura che ci siamo posti l’obiettivo di costruire nei quartieri della città – dichiara l’assessore alla Cultura Fabiana Cicirilloil fatto che questo luogo sia maturato da un precedente programma dell’amministrazione, ‘Lecce città che legge’, testimonia quanto l’investimento diffuso nei quartieri possa essere generativo, una semina proficua che ha porta frutti e soprattutto porta cultura, benessere, conoscenza ai nostri concittadini più giovani in tutta la città”.