Trepuzzi, campo sportivo sotto sequestro: due indagati

0
367

sigilli stadio TrepuzziTrepuzzi (Le) – Nella mattinata di oggi i carabinieri della Stazione di Trepuzzi hanno eseguito il Decreto di Sequestro Preventivo emesso dalla Procura della Repubblica di Lecce, del Campo Sportivo di Trepuzzi denominato “Vittorio”. Il sequestro scaturisce a seguito di indagini condotte dalla stessa Stazione carabinieri, coordinate dal Pubblico Ministero dott.ssa Guglielmi, e che hanno visto anche la collaborazione del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Lecce.

Dalle indagini emerge come “il Campo sportivo comunale di Trepuzzi risulti privo degli atti autorizzativi attestanti il rispetto delle norme di sicurezza degli impianti e delle norme di prevenzione degli incendi nonché privo di regolare licenza dell’autorità all’utilizzo dell’impianto sportivo per le manifestazioni con presenza di pubblico, essendo palesemente illegittimo l’atto autorizzativo attualmente vigente, in quanto ritenuto falso nel punto in cui, invece, attesta la corrispondenza dell’impianto alle norme di sicurezza previste dal D.M. 06 giugno 2005″.

Per tale motivo sono altresì indagate due persone, tra cui un amministratore locale, per il reato di “Apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo”. Quest’ultimo risulta indagato anche per il reato di falso in atto pubblico commesso da pubblico ufficiale.

La misura cautelare reale si è resa necessaria poiché, nonostante l’amministrazione comunale di Trepuzzi fosse a conoscenza almeno dal 21 novembre 2014 delle condizioni di insicurezza in quanto formalmente avvisata con missiva ufficiale, ha comunque lasciato che venissero effettuati ben 4 incontri di calcio aperti al pubblico.

 

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di Paisemiu.com

 

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleCulturista BiblioLab, la biblioteca 2.0 dove i libri hanno una seconda vita
Next articleEx Cemerad, storia di veleni dimenticati