Lecce, blitz contro i parcheggiatori abusivi: scattano sequestri e denunce

0
351

Parcheggiatori abusiviLecce – A seguito di varie segnalazioni pervenute al Comando della Municipale di Lecce riguardo  l’attività dei parcheggiatori abusivi operanti sulle vie cittadine,  nei primi dieci giorni di novembre 2013 il personale addetto alla Sezione di Polizia Giudiziaria e di Pronto Intervento ha iniziato a svolgere indagini di appostamento e di controllo sugli stessi, effettuando altresì riprese video e foto.

I controlli hanno portato all’identificazione di dieci persone che esercitavano l’attività di parcheggiatore abusivo, per le quali è stato ipotizzato il reato di “servizio abusivo di vigilanza e custodia di proprietà mobiliari” elevando contravvenzioni e sequestrando gli introiti, proventi dell’attività illecita.

Già nel mese di ottobre 2012 sempre la Polizia Giudiziaria ed il Pronto Intervento avevano svolto indagini per circa venti giorni riguardo al fenomeno dei parcheggiatori abusivi. All’epoca, altre sette persone erano state deferite all’autorità giudiziaria.

Le persone denunciate in quell’occasione sono state rinviate a giudizio nel marzo 2013 dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Lecce Dr. G. Capoccia.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleHarakiri Svicat ed è sconfitta
Next articleIl sogno del barone