Novoli, accecato dalla gelosia, picchia la sua ragazza e le ruba soldi e cellulare. Arrestato giovane 18enne

0
5464

ZUELI ALESSIONovoli (Le) – Questa mattina, i Carabinieri di Novoli al comando del M.llo Lorenzo Cannizzo, hanno proceduto all’arresto di Alessio Zueli, 18 anni, del posto.

Volto già noto alle Forze dell’Ordine, Zueli ultimamente era convinto che la sua fidanzata (una coetanea residente a Copertino) lo tradisse. Per far chiarezza su questo aspetto tormentato del loro rapporto, si erano dati appuntamento stamattina verso le 8, in un’area periferica interna alla Stazione Ferroviaria.

Appena incontratisi, però, Zueli ha condotto la sua ragazza all’interno di un container abbandonato. Lì dentro, poi, l’ha minacciata con un coltello pieghevole con lama lunga 10 cm che aveva con sé, quindi l’ha colpita ripetutamente con calci e pugni nonostante la fidanzatina tentasse disperatamente di difendersi e invocasse aiuto.

Proprio quelle urla hanno destato l’attenzione dei ferrovieri presenti a quell’ora, sul posto: alcuni si sono precipitati a soccorrere la ragazza, mentre altri hanno inseguito il giovane che è fuggito immediatamente, dopo aver sottratto dalla borsa della vittima un telefono cellulare, un paio di occhiali da sole e 15 Euro in contanti.

Stazione ferroviaria NovoliL’inseguimento si è protratto per alcuni minuti nelle vie del paese, fin quando sulla scena non è apparsa una pattuglia di Carabinieri insieme ad un’auto della Polizia Locale, cui è stato riferito quanto, da lì a poco, era accaduto.

I militari si sono attivati subito setacciando vari locali e garage sull’itinerario seguito dal fuggitivo, sino a quando alcuni particolari non hanno indirizzato i sospetti sullo Zueli, poi rintracciato a stretto giro, nascosto in casa sua. Lungo il tragitto della fuga, nel frattempo, altri operanti avevano trovato il cellulare e gli occhiali sottratti, nonché il coltello usato per la minaccia e, poi, sequestrato.

Alessio Zueli è stato tratto in arresto per rapina aggravata e posto agli arresti domiciliari su disposizione del Pubblico Ministero di turno della Procura della Repubblica di Lecce, dott.ssa Stefania Maria Mininni; per lui, inoltre, anche una denuncia in stato di libertà per lesioni personali, minaccia aggravata e porto illegale di coltello.