Nardò, rapina il distributore di benzina, ma viene subito dopo arrestato dalle Forze dell’Ordine

0
1865

LOTRIGLIANardò (Le) – Furto questa mattina, intorno le 8.40, al distributore di carburante TAMOIL di Nardò, in via Magna Grecia (nei pressi della via Avetrana). Un uomo, armato di coltello da cucina con lama di 20 cm e con il volto coperto da un passamontagna, minacciando di morte il gestore, si è fatto consegnare l’incasso di 740 euro, per poi scappare nelle campagne adiacenti. Il gestore, dopo avere rincorso invano il rapinatore, ha chiesto aiuto ai passanti, che prontamente hanno avvisato le forze dell’ordine.

L’avviso ha allertato le sale operative del Commissariato di Nardò, della Compagnia dei Carabinieri di Gallipoli e della stazione dei Carabinieri di Nardò, che prontamente sono intervenuti sul posto con una pattuglia. Tutta la zona è stata accuratamente setacciata fino a stringere il cerchio presso una casa disabitata, che si sospettava essere il rifugio del rapinatore. Dopo aver rinvenuto il coltello, abbandonato dal rapinatore nelle campagne, Polizia e Carabinieri, hanno prontamente circondato e fatto irruzione nell’abitazione, dove hanno scovato il malvivente nascosto in una rimessa per gli attrezzi agricoli con il passamontagna in mano e con le banconote della rapina sparse sul pavimento del locale.

{gallery}Gallerie/RapinaNardò{/gallery} 

Immediatamente immobilizzato e ammanettato, è stato condotto al Commissariato di Nardò. Dopo le formalità di rito Rodolfo LOTRIGLIA, venticinquenne neretino, è stato trasferito al carcere di Borgo San Nicola per essere messo a disposizione del P.M. Stefania MININNI e rispondere del reato di rapina aggravata. Nell’immediatezza è stata effettuata una perquisizione domiciliare nell’abitazione dell’arrestato, nel corso della quale sono stati rinvenuti utili elementi probatori, attualmente al vaglio degli inquirenti allo scopo di verificare e quindi attribuire la paternità di due analoghi precedenti episodi di rapina a carico dello stesso distributore.