Lotta al lavoro nero: scovati dai carabinieri 24 lavoratori in nero, elevate sanzioni per oltre 100.000 Euro

0
329

nardò caporalato

Nardò (Le) – Nei giorni scorsi, oltre 20 militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Stazione di Gallipoli e della Stazione di Nardò  assieme al personale del N.I.L. di Lecce sono stati impegnati in numerosi servizi di controllo al fine di contrastare il fenomeno del “lavoro nero”.

Due gli ambiti principali di intervento: da una parte le aziende agricole, specialmente nella zona di Nardò, ora impegnate nelle attività di raccolta dei frutti della terra e quindi più “sensibili” all’impiego di lavoratori in nero; dall’altra numerosi ristoranti e bar della città di Gallipoli e delle marine di Nardò, tutt’ora impegnati negli ultimi scampoli di stagione estiva.

Venti gli esercizi pubblici controllati, tra questi 12 quelli sanzionati e quattro invece hanno subito la sospensione dell’attività commerciale. Complessivamente sono stati trovati 24 lavoratori in nero ed elevante sanzioni amministrative per oltre 100.000 euro. Particolare il caso di un’azienda agricola di Nardò sanzionata per oltre 40.000 euro. I militari della locale Stazione, assieme ai militari del N.I.L., hanno trovato ben 8 lavoratori completamente in nero, ed altri 16 per i quali, nonostante l’assunzione, non erano stati eseguiti tutti gli adempimenti previsti. I controlli contro il fenomeno del cd. “lavoro nero” continueranno nelle prossime settimane al fine di frenare il fenomeno evidentemente così diffuso in questa zona.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleAmministrazione Greco, secondo Cambia Novoli nulla di nuovo sotto il sole
Next articleLecce, controlli serrati delle forze dell’ordine. E’ caccia agli ambulanti abusivi