Incendio a Livorno. Muore un bimbo di 9 anni. Tristezza infinita.

0
984

È inverno, fa freddo, siamo nel 2013 ma non tutti possono permettersi i riscaldamenti. Livorno, è notte, solo una candela ad illuminare l’abitazione di una famiglia disagiata a causa della crisi e del lavoro. Angelo dorme, ha 8 anni, accanto a lui il fratellino e la sorellina.

La candela diventa causa di un incendio. Il soffitto dell’appartamento cede. I genitori riescono a portare in salvo due dei tre figli, una bambina di tre anni e il primo figlio dodicenne. Angelo rimane li… a dormire per sempre. Il suo corpicino “ustionato” è stato ritrovato sotto le macerie dai vigili del fuoco. La famiglia è intossicata ma salva. Quest’orrendo delitto di una società votata al “dio denaro”, si è consumato in una palazzina di case popolari, ieri, ripetiamo a Livorno, ma i Tg hanno aperto con lo scandalo Monte dei Paschi, con l’arresto di Corona e con i nostri politici che promettono miracoli. Noi siamo una piccola testata di “paese”, di solito non scriviamo cronaca nazionale, ma questa volta vogliamo fermarci e pensare, e magari invitare alla riflessione. Siamo nel 2013, ci sono più Iphone che accendini eppure c’è chi muore per povertà, e non a dodici ore d’areo da noi, ma sotto al nostro naso. E non ci accorgiamo di nulla.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleESCLUSIVA: l’avvocato del Lecce Sticchi Damiani commenta il verdetto del TNAS:”sentenza clamorosa”
Next articleSviluppo del Mezzogiorno: un sogno o un obiettivo raggiungibile ?