Un ragazzo ferito e un morto sul lavoro: imprudenza e fatalità le cause di due incidenti a Carmiano e Strudà

0
2126

ambulanza giornoCarmiano / Strudà (Le) – Due gli incidenti che hanno funestato la giornata di oggi nella provincia di Lecce. Poteva finire molto male l’avventura di un giovane di Carmiano che, per motivi ancora da chiarire forse per raggiungere la casa di un amico o per gioco, si è arrampicato lungo un canale di scolo dell’acqua piovana. Una volta giunto quasi al terzo piano, ha perso l’equilibrio, precipitando al suolo, dopo un volo di alcuni metri.

La caduta avrebbe procurato al ragazzo un forte trauma alla schiena e numerose lesioni. Allertati i soccorsi, il 17enne è stato trasportato d’urgenza all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, dove si trova ancora ricoverato. La situazione del ragazzo, al momento, non desta particolari preoccupazioni, ma sarà utile attendere i prossimi giorni per avere un quadro più completo. Al lavoro anche i Carabinieri di Carmiano che stanno indagando per meglio chiarire le cause dell’incidente.

Purtroppo diverso esito ha avuto la caduta di un uomo a Strudà, intento a smontare le luminarie per la festa della Madonna della Neve, appena conclusa. Morto SturdàSecondo le primissime ricostruzioni, si tratterebbe del titolare della ditta, Emanuele Manca, 63 anni di Monteroni. L’uomo si trovava su una scala, quando improvvisamente ha perso l’equilibrio ed è caduto nel vuoto, sotto gli occhi increduli del figlio. La caduta non ha lasciato scampo all’uomo che è morto sul colpo; sotto choc anche gli operai che erano al lavoro con lui. Al momento i Carabinieri della Stazione di Vernole stanno cercando di ricostruire quanto accaduto, ascoltando i presenti per chiarire la dinamica dell’incidente.