Il cordoglio del rettore di UniSalento, Fabio Pollice, per la scomparsa del prof. Antonio Michele Stanca

0
87

Lecce – Una vita spesa per la genetica e per il miglioramento dell’agricoltura: il vicepresidente dell’Accademia dei Georgofili, Antonio Michele Stanca, è morto in ospedale a Fidenza (Parma), a 77 anni, anche lui vittima del Covid-19. Era stato componente esterno del Nucleo di Valutazione dell’Università del Salento, illustre genetista di fama internazionale, Stanca aveva origini salentine e aveva fatto parte del Nucleo di Valutazione dell’Ateneo dal marzo 2014 al maggio 2016.

«È con profonda tristezza che abbiamo appreso della scomparsa del professore, per il valore scientifico e umano della persona, ma anche per il rapporto che lo legava al nostro Ateneo», dice il Rettore Fabio Pollice, «Una grave perdita per il mondo scientifico e per il Salento, per il quale si è sempre impegnato con grande passione e senso di appartenenza. Stanca interpretava il proprio incarico in senso ampio, tenendo in grande considerazione il ruolo dell’Istituzione per il territorio. Le circostanze della sua scomparsa, purtroppo, sono dolorose per tutti. Alla famiglia, agli amici e ai collaboratori la nostra vicinanza, assieme alla certezza che, proprio attraverso la conoscenza scientifica e l’impegno di tutti, potremo superare questa difficilissima battaglia».