Leverano fa sognare con: “IL BACIO IN TUTTE LE FORME DELL’ARTE” (2)

0
40

Il bacio in tutte le formeLeverano (Le) – La Biblioteca comunale “F. Ratta” di Leverano il 14 febbraio alle ore 19,00 ha proposto l’evento “Il Bacio in tutte le forme dell’arte”. 

Un incontro in cui lo spettatore ha potuto “vagare” tra versi d’amore, dipinti e sculture che hanno espresso, nel corso dei secoli, un sentimento, una storia, un vissuto. Infatti lo scopo dell’iniziativa era quello di riflettere su ciò che si cela dietro all’arte, dietro strofe di passione e baci sublimi.

A incantare ed accompagnare i presenti, durante la serata, sono stati gli attori del “Teatro delle Rane” di Leverano: Giovanni  Nestola, Antonio Dell’Anna, Roberta Paladini, Sara Sabetta, Ilaria Costa, Ivana Landolfo e Alessandra Perrone che hanno declamato brani e versi, facendo capolino nell’Inferno Dantesco per  incontrare gli amanti Paolo e Francesca, inciampando nei baci nel vento di Neruda, ammirando la “lucida follia” di Alda Merini  sino ad arrivare alle contemporanee ed appassionanti  opere di  Mariangela Gualtieri.

Oltre la poesia, indiscussa protagonista della serata è stata l’arte. Con l’utilizzo di un proiettore ed occhi pieni di emozione, infatti,  lo storico dell’arte Maria Errico Agnello, ha svelato un mondo sconosciuto, celato dietro tele, colori e sculture. Un universo di amore e magia: dai mitici baci greci, ai famosissimi baci di Canova, Hayez, Klimt, Chagall e Picasso sino ad arrivare all’appassionato bacio tra un’infermiera e un marinaio, immortalato in una fotografia scattata da Alfred Eisenstaedt in Times Square il 14 agosto 1945 alla fine della Seconda Guerra mondiale.

Il tutto immerso nell’atmosfera romantica creata dal neonato duo musicale  “All In duo”, composto da Maria Letizia Sammarco e Marco Modesto, che ha avvolto con dolci e sognanti note gli spettatori tutti.

Sicuramente un evento teso anche a promuovere il lavoro di ammodernamento, quindi di ricerca costante  di mezzi  che avvicinino i giovani alla cultura,  che quotidianamente  si svolge nella biblioteca leveranese. Ogni biblioteca  non può fare altro che cercare di far immergere quanti più lettori possibili in un mondo ormai sommerso dal troppo frastuono cittadino. La dott.ssa Monica Albano – presenza costante nella biblioteca –  ha sottolineato più volte, durante lo svolgersi dell’evento,  l’importanza di leggere un libro, di viverlo e di levarsi in volo con le sue alate e fantasiose pagine.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleSurbo, CasaPound celebra “Il giorno del ricordo”
Next articleI Last Resistance e la loro carica metal sul palcoscenico del New Sounds Music Contest