Leverano: Birra & Sound… le polemiche annegano nella birra (2)

0
34

birra e sound 2014Leverano (Le) – Birra e Sound, decima edizione col botto, un grande appuntamento di festa, musica e gastronomia che quest’anno ha superato di gran lunga le previsioni di presenze con un incremento del 30% rispetto all’edizione 2013.

Musica di grande livello sui due palchi allestiti all’interno dell’area della manifestazione; il pubblico ha potuto ascoltare vari gruppi con stili musicali diversi ma tutti di ottimo livello. Dal rapper Salmo agli Opa Cupa, passando per Salentocallsitaly (Danilo Seclì, Cesko e Puccia degli Apres la Classe, Blandini, Luigi Abaterusso, Sergio Sylvestre, Robot), Roy Paci, dj Pantu, Orchestra Rosichino con spaghetti samba,  Skarlat and The Wailers con reggae e ska, i Bundamove. L’animazione è stata curata dal comico del Salento, Piero Ciakky e da Federica dell’Anna in collaborazione con lo staff di radio Salentuosi, che ha curato anche la diretta radio.
Un’edizione che è stata anche social; infatti gli internauti hanno potuto seguire la manifestazione su facebook, twitter e instagram. Massima attenzione è stata prestata alla cura della sicurezza dei visitatori grazie al lavoro incessante di forze dell’ordine: vigili urbani, 118, croce rossa e protezione civile. Musica, mostre fotografiche di Fotofucina e l’angolo del body painting, curato dall’artista Toni Albano. I numeri notevoli di questa edizione, spazzano le perplessità sulle polemiche che ne hanno animato la vigilia; oltre 140 i tipi di birra, tra bionde, rosse e brune con particolare attenzione alle produzioni artigianali,  degustate su oltre 30mila metri quadri di spazio espositivo; un’area artigianale di tutto rispetto con circa 30 birrifici tra cui: Birra Salento, Solaramà, Baladen, Birra de borgo, Birranova  e tante le richieste di adesione da parte dei birrifici artigianali italiani che, per questioni di spazio, non abbiamo potuto accontentare.
Bello anche l’allestimento di una Reale Sala Cottura importante dove i visitatori e clienti hanno potuto partecipare alla produzione in tempo reale di alcune birre con le varie fasi di produzione, conoscendo dal vivo le mitiche materie prime. Scenografie dell’area originali create con i 700.000 led della ditta De Cagna. Attenzione particolare è stata riservata allo street food e alla gastronomia gluten free. Nella pineta dei sapori, novità dell’anno, si sono incontrate e contaminate le produzioni tipiche di tutta Italia: pizzarieddhi salentini, bombette di Alberobello, panelle napoletane, cannoli e panini con la milza palermitani, angus prodotto a Porto Cesareo, arrosticini di pecora abruzzesi, tutto prodotto, cotto e servito in tempo reale. E per stare al passo con le promozioni di questo periodo da segnalare All inclusive per chi ha voluto raggiungere Leverano da fuori grazie a “Birra e Sound in bus”. Il tutto con un kit comprensivo di  viaggio di andata e ritorno, 1 boccale da un litro con birra a scelta, 1 gastronomia maxi e 1 t-shirt della manifestazione, oltre all’assistenza linguistica per stranieri.
Anche Birra e Sound ha sostenuto la corsa di Lecce alla candidatura di capitale europea della cultura. Grazie alla loro fermezza, gli organizzatori hanno realizzato un grande evento curato nei minimi particolari di sicura promozione del territorio nonostante le polemiche sulla sponsorizzazione TAP, i flyer distribuiti sulle spiagge nell’immediata vigilia e riportanti il logo della multinazionale del gas, la miriade di polemiche sacrosante in quanto le opinioni possono non essere condivise, ma sicuramente rispettate. Ed ora al lavoro per l’edizione 2015, non prima di un meritato periodo di relax.

{loadposition addthis}