Corrida squinzanese, divertimento e solidarietà (2)

0
40

Corrida SquinzaneseSquinzano (Le) – Si chiama Lolek ed è un’associazione culturale no profit costituita da un gruppo di amici, di età compresa tra i 18 – 30 anni, cresciuti insieme nell’Azione Cattolica tutti amanti del teatro e delle commedie in vernacolo.

Scopo primario dell’associazione è impegnarsi concretamente in attività di volontariato ma anche contribuire alla crescita culturale della piccola cittadina di Squinzano, attraverso eventi e manifestazioni di vario tipo.

Spinta da questi principi di altruismo e solidarietà, l’associazione Lolek propone per il 12 settembre, alle ore 21.00, presso Villa Cleopazzo a Squinzano “La Corrida Squinzanese”.

La serata, presentata dai comici salentini gli “Alti e Bassi”, vuol essere un momento di divertimento e giocosità per tutti ma anche un’occasione di raccolta fondi a favore dell’associazione “Genitori in difesa di figli in situazione di handicapIl sogno di Geppetto”.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleTAP, Paolo Pagliaro: “Colonizzati come gli Indiani d’America. Non ci resta che piangere”
Next articleLecce, è Benedetto Lupo il protagonista del secondo appuntamento di “Festival Salento Classica”