Trepuzzi, le celebrazioni in onore della Madonna dei Miracoli non si fermano e riscoprono l’essenziale

0
390

Le restrizioni causate dal Covid-19 non fermano la devozione dei cittadini di Trepuzzi. Immagini sacre fuori dalle abitazioni, celebrazioni religiose e marce bandistiche in diretta streaming

Trepuzzi (Le) – Proprio nell’anno del giubileo mariano cittadino, le celebrazioni in onore della Madonna dei Miracoli, come quelle di qualsiasi festa patronale, risentono inevitabilmente delle restrizioni governative per il contenimento del Covid-19.
Mancheranno i fedeli in processione, gli ambulanti, i fuochi pirotecnici, le luminarie, i venditori di noccioline e di generi alimentari. Mancherà la festa di paese, ma ciò non basta ad arginare la devozione dei numerosi fedeli e della città di Trepuzzi, che non rinuncerà alle celebrazioni religiose e alle melodie sinfoniche che saranno trasmesse rigorosamente in diretta streaming sui canali social del Comune e delle parrocchie.

La storia – La devozione alla Madonna a Trepuzzi ha origini lontane, e proprio questa festa – celebrata ogni anno una settimana dopo la Pasqua – commemora il miracolo tramandato nei secoli.
L’avvenimento risalirebbe alla mattina del 12 Aprile 1799 quando le truppe francesi si avviavano verso la piccola cittadina. Gli abitanti dell’epoca, consci della crudeltà degli stessi e della conseguente devastazione, si radunarono nell’attuale cappella dell’Assunta, antistante la Chiesa Matrice, per pregare il simulacro della Madonna.
La statua ad un certo punto iniziò a trasudare e sul paese discese una fitta coltre di nebbia che probabilmente occultò la visuale all’esercito nemico.
La statua dell’Assunta divenne oggetto di pellegrinaggi, tanto che si fu costretti a traslare il simulacro dalla cappella, rimasta in ogni caso nei secoli centro di grande interesse storico e religioso.
Il panno con cui era stato asciugato il sudore del simulacro è tuttora custodito nella Chiesa Matrice.

I riti – Già nel giorno di Pasqua, coincidente quest’anno con il reale anniversario del miracolo, il sindaco Giuseppe Taurino, ha simbolicamente consegnato le chiavi della città alla Madonna affinché continui a intercedere e proteggere il popolo di Trepuzzi.
Nonostante le restrizioni, su invito del parroco, nei giorni della festa tutti i fedeli sono chiamati a esporre all’esterno delle proprie abitazioni effigie dell’Assunta come in una grande processione.
Su canali social delle parrocchie verranno trasmesse le celebrazioni eucaristiche.
Con l’auspicio che la festa patronale dell’Assunzione possa ancora essere celebrata con i riti, le tradizioni ed il calore di sempre.