Startup Europe Week Lecce – Building Startup Ecosystem

0
208

Startup europeLecce – Far dialogare la rete territoriale a supporto della creazione di nuove imprese con i giovani portatori sani di buone pratiche imprenditoriali da condividere è l’obiettivo primario dell’evento denominato Startup Week Europe, ovvero un’iniziativa realizzata dalla Commissione Europea ed il Comitato delle Regioni che coinvolgerà nella settimana dal 1-5 febbraio 2016 oltre 40 Paesi, 200 città e 350 Regioni europee. Startup Week Europe farà tappa a Lecce il 3 febbraio 2016 presso le Officine Cantelmo con il nome “Building Startup Ecosystem” e con l’intento di promuovere un ecosistema che faciliti la crescita delle startup sul territorio e faccia conoscere sempre più le politiche locali per lo sviluppo del tessuto imprenditoriale.

L’edizione di Lecce della Startup Europe Week è ideata ed organizzata dall’Associazione The Qube, un importante connettore territoriale nel settore dell’imprenditoria giovanile rappresentata dall’Ing. Salvatore Modeo, insieme all’ Avv. Eleonora Nestola. L’evento #SEweek16 vedrà la partecipazione di numerosi imprenditori, giovani ed Istituzioni che condivideranno informazioni, buone pratiche, strumenti e metodologie attraverso un approccio pratico che vede come protagonisti i giovani e le loro esperienze. L’apertura dell’evento è prevista alle ore 16,30 con la registrazione dei partecipanti ed una presentazione dell’iniziativa. Il Team di Startup Europe Week Lecce ha strutturato l’evento come se fosse un continuo e dinamico confronto pubblico/privato che coinvolgerà tante autorità ma soprattutto giovani protagonisti in un susseguirsi di esperienze da condividere e consigli pratici, utili a chi sta cercando di intraprendere un percorso imprenditoriale o a chi lo sta già percorrendo.

Tra gli speaker interverranno: Salvatore Modeo, Presidente The Qube con il focus “Un piano per costruire l’ecosistema startup“, Paolo Casalino, Head of the Bruxelles Office per la Regione Puglia con il focus “Opportunità dall’Unione Europea per le startup pugliesi”, Raffaele Parlangeli, Direttore Politiche Europee Comune di Lecce con il focus su “Le iniziative della Città di Lecce a supporto delle Startup”. A partire dalle 18.30 avranno luogo sei brevi sessioni One to One, pensate intorno al ciclo vitale di un’impresa. Ogni sessione prevede l’intervento di un attore chiave, promotore di iniziative a sostegno delle startup, e di una giovane impresa che con esso ha interagito. Fra i partecipanti di questa sessione il Magnifico Rettore dell’Università del Salento, Vincenzo Zara, l’Assessore all’Innovazione, Politiche giovanili ed Europee Alessandro Delli Noci, il CTO di Gelesis Prof. Alessandro Sannino, referenti dell’azienda Macnil – Gruppo Zucchetti, Camera di Commercio di Lecce e Commissione Europea. Dalle ore 19.45 si attiveranno 4 tavoli di networking con tematiche differenti suddivise in Territorio, Strumenti Finanziari, Professionalità a supporto delle Startup ed Europa, identificati come componenti fondamentali per lo sviluppo di un’impresa: rappresentanti della Regione Puglia, Confindustria Lecce, istituti di credito, associazioni operanti nel settore europeo, l’ordine degli ingegneri, dei commercialisti e degli avvocati, referenti dell’Università del Salento, rappresentanti della Commissione Europea, costituiranno un’ulteriore occasione per creare sinergie e facilitare un dialogo diretto tra gli attori chiave del settore e i partecipanti alla conferenza, al fine di orientarli verso risposte più personalizzate ai loro quesiti.

 L’evento è gratuito e per partecipare basta registrarsi sulla piattaforma https://www.amiando.com/sew-lecce

Tutte le novità sono condivise sulla pagina Facebook di The Qube https://www.facebook.com/events/992438140822820/

Per info scrivere a: Lecce@startupeuropeweek.eu, info@theqube.eu o telefonare a +39 3282351175

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articlePer chi suona il campanello ?
Next articleFutsal Lecce, importante vittoria con il Latiano. Testa già all’Alberto