Shopping della solidarietà organizzato da ANT

0
552

ANTLecce – Sabato 20 e domenica 21 aprile si terrà, presso il Palazzo dei Celestini, la II edizione del Mercatino della Solidarietà. Il generoso evento è organizzato dalla Fondazione ANT di Lecce con il Patrocinio della Provincia.

I fondi raccolti con la vendita degli oggetti di artigianato, articoli scontati, vestiario per grandi e piccini, serviranno per sostenere l’assistenza domiciliare gratuita oncologica.

Per l’occasione, sabato pomeriggio, dalle ore 16 alle ore 18, il cortile del Palazzo ospiterà un’estemporanea di pittura e scultura; le opere degli artisti saranno messe in vendita domenica 21 e parte del ricavato sarà devoluto ad ANT.

Due giornate all’insegna dello shopping della solidarietà. I contributi raccolti serviranno ad ANT di Lecce a svolgere la sua opera che, dal 2004 con medici e infermieri, vede l’associazione in prima linea per cercare di alleviare il dolore e regalare un sorriso a persone castigate da un male che il più delle volte è irreversibile.

Ingresso gratuito

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleL’Aquila e le sue memorie
Next article“Riciclo aperto”: sensibilizzare ed educare i giovani è la base di partenza per un futuro più verde