Poste Italiane, nuovi aumenti per chi paga i bollettini allo sportello

0
514

Sportelli Poste Italiane

20 centesimi in più è l’aumento per chi vorrà pagare i bollettini postali allo sportello:  si passerà dagli attuali 1,30 € ai futuri 1,50 €. Aumenti anche per i RAV (€ 1,63) e per le multe (€ 1,99).

Rimarranno, invece, invariati i costi per i bollettini utili a pagare canali digitali (WEB, Mobile e ATM – € 1,00 escluso quanti hanno più di 70 anni e sono possessori di Social Card che pagheranno € 0,70.

Nessun rincaro per chi pagherà on-line. 

Il prezzo del bollettino era fermo dal 2012 – scrivono da Poste Italiane – e il “repricing”, spiega la società, è giustificato dall’aumento dei costi operativi e industriali, dall’accettazione di carte di pagamento emesse da terzi senza caricare il cittadino di ulteriori costi. Aumenti giustificati anche a seguito degli investimenti in tecnologia che Poste Italiane ha già realizzato e continuerà a fare per assicurare a tutti il passaggio alle opportunità di pagamento offerte dalle piattaforme digitali.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleEcco Pessina, il Kroos del Lecce
Next articleOriginale mostra di presepi del maestro Vincenzo De Luca a Trepuzzi