Lecce, un bando per gestire una caffetteria annessa alla Biblioteca degli Agostiniani

0
36

Lecce – Il settore “Politiche culturali e valorizzazione monumentale” del Comune di Lecce, ha pubblicato un bando di gara per procedura aperta per l’affidamento in concessione del servizio di caffetteria annessa alla biblioteca di comunità presso l’ex Convento degli Agostiniani. da erogare secondo le modalità prescritte negli atti di progetto (Capitolato Prestazionale; Relazione tecnica illustrativa, etc…). Le offerte e domande di partecipazione dovranno essere inviate in versione elettronica attraverso l’utilizzo del sistema telematico denominato “Tutto Gare” seguendo le modalità descritte nel bando, entro e non oltre le ore 12.00 del 13 dicembre 2021. Come si legge nel bando: “Tutte le dichiarazioni e i documenti caricati (upload) sulla piattaforma del Sistema, devono essere sottoscritti con firma digitale”. Sono annessi a partecipare i soggetti singoli raggruppati secondo quanto previsto all’articolo 45 del d.lgs.n.50/2016 nonché in coerenza con le norme del bando.

La gara verrà esperita in prima seduta pubblica il 14 dicembre 2021 alle ore 09.30, in call conference presso l’Ufficio Gare, situato c/o il Settore Affari Generali di Lecce. L’aggiudicazione avverrà con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell’art. 95 del d.lgs 50/2016. Gli spazi destinati alla caffetteria sono stati già allestiti e arredati; sono muniti nel loro interno di attrezzature nuove.

Nel bando si legge: “Il servizio da erogare prevede la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande e, pertanto, il concessionario, prima dell’apertura dell’esercizio, è tenuto ad acquisire dagli enti competenti, tutte le autorizzazioni necessarie allo scopo e a rispettare, nel corso dell’attività, la normativa vigente in materia. Nell’attività gestionale è richiesta la valorizzazione di prodotti territoriali locali, la varietà delle proposte, il rispetto della molteplicità delle esigenze culturali, religiose e mediche (vegetariani, celiaci ecc.) del pubblico. E ancora: “In ragione della localizzazione della caffetteria all’interno di un complesso di rilevante valore culturale e, in particolare, in connessione con il servizio della biblioteca di comunità, è richiesto, nella gestione della stessa, che essa si qualifichi come uno spazio fortemente integrato con i servizi, le attività e le iniziative che in essa si svolgono”.A chi gestirà la caffetteria si richiede un rapporto di collaborazione con l’amministrazione comunale e con chi opera all’interno della biblioteca; la finalità è quella di valorizzare la struttura e al contempo di adempiere ai compiti e alle funzioni che verranno svolte da ciascun soggetto coinvolto.

Il Sindaco Carlo Salvemini dichiara: “La concessione della caffetteria, oltre a generare risorse per l’amministrazione, aiuterà la città a scoprire  le bellezza  del complesso degli Agostiniani, del giardino d’Ogni Bene, di questi meravigliosi spazi  restituiti alla città dopo il recupero”.