Il borgo di Specchia celebra la sua “Notte Bianca”: 10 ore no-stop di festa nel centro storico

0
41

Appuntamento il 12 agosto con la 16esima edizione, che torna dopo due anni di stop forzato per l’emergenza epidemiologica. Attesissimo il live de Le Vibrazioni in piazza del Popolo, nel cast anche artisti di strada, dj, cover band e pizzica tra piazza Sant’Oronzo e piazza Aldo Moro. Un calendario artistico di qualità, organizzato dalla Pro Loco Specchia in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, che celebra l’antica leggenda della matrona romana Lucrezia Amendolara e rivive la fondazione della città nel lontano 54 a.C.


Specchia (Le)Tutto in un’unica notte. Piazze che diventano la cornice naturale di musica, arte, mostre, degustazioni, con l’intero centro storico che si trasforma per accogliere migliaia di presenze. Torna “La Notte Bianca” di Specchia, che il 12 agosto prossimo festeggia la sua 16esima edizione, dopo due anni di blocco forzato a seguito dell’emergenza sanitarie e delle relative restrizioni: oltre 10 ore di spettacoli consecutivi, con spazi dedicati anche ai più piccoli e alla famiglia, ma soprattutto con un grande concerto live che porterà sul palco Le Vibrazioni, in tour estivo anche nel Salento dopo la loro prima tournée orchestrale e dopo il grande successo di “Tantissimo” al Festival di Sanremo. Si parte alle 21.30 con la cerimonia ufficiale di inaugurazione dell’annuale edizione, intitolata “Una nuova alba, lo stesso sogno”, alla presenza dei rappresentanti istituzionali dell’Amministrazione Comunale guidata da Anna Laura Remigi e della Pro Loco della presidente Antonella Ungaro. A seguire, e fino alle prime luci dell’alba, festa grande intorno alle aree musicali concentrate tra piazza del Popolo, piazza Sant’Oronzo e piazza Aldo Moro, oltre alla “Via dell’Artigianato”, all’area Bio e Km0 e all’area dedicata all’enogastronomia locale di qualità, rispettivamente posizionate sulle vie Garibaldi, Matteotti e Gonzaga.

■ Speciali come la loro carriera: grande attesa per le Vibrazioni

Ad arricchire di qualità il programma dell’edizione 2022, a riprova della nomina di direttore artistico di  Salvatore Pagano, referente della “M&P Company” e della “Piemme Eventi”, la presenza nel cast di uno dei gruppi più conosciuti e apprezzati del cantautorato italiano. Sul palco centrale di piazza del Popolo, dalle ore 23, saliranno Francesco Sarcina, Stefano Verderi, Marco Castellani Garrincha e Alessandro Deidda, considerati una delle band italiane più longeve con oltre 20 anni di carriera. Con 5 album all’attivo e più di un milione di copie vendute, infatti, Le Vibrazioni hanno da sempre girato e conquistato l’Italia, con più di 80 concerti e un totale di oltre 600 mila persone solo nell’anno 2019. A fine 2021 hanno portato nei teatri il tour “In Orchestra”, con cui hanno incontrato per la prima volta la musica classica, in un nuovo viaggio musicale che ha perfezionato la loro musica e i loro successi, grazie anche alla partecipazione del maestro Beppe Vessicchio. Nel 2022 hanno partecipato per la quarta volta in carriera al Festival di Sanremo, prima di iniziare un nuovo tour estivo che, dal 14 maggio in poi, ha segnato più di 30 tappe compresa quella nel borgo festoso di Specchia.

■ Fino all’alba più di 20 appuntamenti e oltre 10 ore senza sosta

Saranno tre le principali aree live dedicate alla musica, ma nel cartellone generale degli eventi ci sarà spazio per l’arte e la fotografia, per l’artigianato e le tipicità salentina da gustare e da bere. Davvero ricco il cast atteso: dai dj di Radio Norba, di scena per tutta la notta dalla balaustra di Palazzo Risolo, alla vivace animazione della streetband Gambling, in programma su via Garibaldi. Non solo divertimento nel centro storico, ma anche spazi di approfondimento e riflessione come la Mostra fotografica “La morte dei Patriarchi” a cura di Gianluca Colonnese, un reportage fotografico dedicato al dramma della Xylella e al disseccamento degli ulivi secolari emblemi del territorio salentino. Spazio anche alla cultura, con la presentazione del libro “L’arte dell’esperienza” di Marco Bonini, attesa in piazza Sant’Oronzo alla presenza dell’autore e della moderatrice Tiziana Cazzato. Area interamente dedicata ai più piccoli, invece, quella di piazza Aldo Moro, con le esibizioni di arte di strada firmate da Il Grande Lebuski e Fashionissima Me, oltre alla musica dei Fivelandia che omaggiano la carriera di Cristina D’Avena e cantano le sigle dei cartoon più cantate. Tanto Salento anche nel programma musicale: immancabili il ritmo battente e passionale della pizzica con le esibizioni di Mustici e Lu Rusciu Nosciu in piazza Sant’Oronzo, così come le “Storie da raccontare” di Mino De Santis, nel vicolo Orlandi. Riflettori accesi anche sulla “Rua Ranne”, che ospiterà il progetto musicale lo spettacolo musicale Oltre le Mani di Adriana e Stefania Polo (accompagnate da Ilenia Protíno al basso elettrico e da Ivano Lia al cajon), seguito dal duo Yorker formato dal batterista-cantante Antonio “Dema” De Marianis e dal chitarrista Gino Semeraro e dal cantautore salentino Guglielmo Lai. A chiudere il lunghissimo format ci penseranno i concerti di piazza del Popolo con Malamore (gruppo giovanissimo composto da Osvaldo Greco, Matteo Spano e Giacomo Spedicato) e Tv Color (progetto trash & roll che porterà sul palco la voce di Marta De Giuseppe accompagnata da Manu Pagliara, Mike Minerva e Antonio De Marianis), oltre alla discoteca a cielo aperto del Mondoradio Dance Tour, per tutta la notte in piazza Aldo Moro. In via Garibaldi, invece, la scena sarà tutta dedicata al repertorio di Mina, riproposto in chiave jazz da Domy Siciliano alla voce e Luigi Botrugno al pianoforte, con l’eccezionale partecipazione di Alessio Colì al sax. Il sipario sulla 16esima edizione calerà da un luogo affascinante, il Belvedere di Via Garibaldi, che ospiterà il concerto al pianoforte di Roberto Esposito e il levare del nuovo giorno, per un’alba musicale davvero speciale, che racchiuderà tutte le emozioni del lungo viaggio di uno degli eventi estivi più conosciuti e partecipati del Tacco d’Italia.

■ Gli organizzatori: “Un’edizione memorabile, ogni angolo del nostro borgo sarà protagonista di una notte indimenticabile”

C’è grande attesa e forte sinergia tra gli organizzatori, che hanno lavorato senza sosta con l’obiettivo di pensare e creare con ambizione un’edizione di qualità. «Abbiamo lavorato incessantemente per preparare un’edizione memorabile, spronati dal grande valore affettivo che da sempre questo evento possiede nell’intera comunità – ha commentato Sergio Morciano, vicepresidente della Pro Loco di Specchia. Sarà una grande festa per Specchia e per tutti coloro che decideranno di sceglierla come meta per trascorrere una “notte d’estate di incantevole poesia”, proprio come cantano in alcuni versi i nostri ospiti speciali. Il concerto de Le Vibrazioni in Piazza del Popolo sarà sicuramente un evento nell’evento, un upgrade importante a lungo desiderato che consentirà di alzare l’asticella di una manifestazione divenuta negli anni, grazie all’impegno ed alla passione di tante preziose componenti, un vero e proprio must dell’estate salentina. Ogni angolo del borgo – conclude – sarà protagonista con spettacoli musicali ed intrattenimenti di vario genere, non mancherà la musica popolare, l’arte, la letteratura e l’enogastronomia. Tutto racchiuso in un ricco percorso di eccellenze, che racconta la nostra lunga storia e ci proietta dritti nel futuro».