Il 28 e 29 giugno, nel parco della Fondazione “Le Costantine” a Uggiano la Chiesa, torna la terza edizione della rassegna Finibus Theater

0
10

Mercoledì 28 e giovedì 29 giugno il Parco della Fondazione Le Costantine a Casamassella, frazione di Uggiano La Chiesa,  ospita la terza edizione di Finibus Theater, rassegna promossa da Principio Attivo Teatro, con il sostegno di Ministero della Cultura e Regione Puglia.

Dopo l’annullamento delle prime due giornate per un lutto cittadino, mercoledì 28 giugno si parte alle 17:45 con lo spettacolo di narrazione Junchio e la principessa della compagnia Principio Attivo Teatro, scritto da Valentina Diana e interpretato da Silvia Lodi. Attorno ai clichè che differenziano maschio e femmina si dipana una storia che vede per protagonisti una Principessa tutta rosa con cuscini e pizzi e un Cowboy che ama andare in giro in moto e sparare. Un modo divertente e leggero per affrontare coi bambini e ragazzi la diversità di genere.

Alle 19 partirà una Passeggiata nel bosco a cura di Cristina Mileti e Dario Cadei che accompagnerà con attività laboratoriali il giovane pubblico verso lo spettacolo “BanDita“.

Alle 20, infatti, la compagnia romana SilviOmbre concluderà la serata con un lavoro di teatro d’ombre che vede in scena l’attore Silvio Gioia. Una banda di dieci dita danza nella luce, un gioco di mani che diventano animali e personaggi. L’ombra incontra la luce, l’immagine incontra la musica. Un vero piacere per gli occhi e per le orecchie.

Giovedì 29 giugno alle 20:45, infine, appuntamento per i più grandi con lo spettacolo “Mappa dei luoghi selvatici – Poesia per un dove” di Gianluigi Gherzi e Giuseppe Semeraro. Un testo teatrale che gioca con le visioni, i suoni, i ritmi della poesia. È una dichiarazione d’amore per i cammini, i luoghi, le strade, nata dalla necessità di un “dove” da riconquistare. Racconta la fatica del passo, il rischio dell’esplorazione, l’incanto dei paesaggi che costruiscono anima. La poesia diventa fiume, torrente che cerca il meraviglioso selvatico dentro e fuori di noi. Risuona per gli umani, gli animali presenti, per tutti i vegetali e le forme di vita. Un rinnovato abbraccio con il mondo.

A seguire sarà offerta una degustazione di vini selezionati da Michele Marangio (Giro di Vino – Lecce).

Ha studiato Lettere moderne presso l’Università del Salento ed è stata allieva della Scuola Superiore Isufi. Attualmente, svolge un dottorato di ricerca in “Langue, Culture et Civilisation Italiennes” presso l’Université Côte d’Azur di Nizza, in co-tutela con l’Università L’Orientale di Napoli (dipartimento di Studi Internazionali). Le sue principali ricerche riguardano lo sviluppo dell’identità maschile nel mondo militare dell’Italia contemporanea, a metà tra la storia sociale, la storia della medicina e la storia giuridica. I suoi interessi l’hanno condotta a Dijon, presso l’Université de Bourgogne, dove ha trascorso un semestre di studio, e presso l’École française de Rome, dove ha svolto un periodo di ricerca. Tra gli altri interessi, annovera il giornalismo impegnato, la musica d’autore e il cinema indipendente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleSu YouTube è disponibile il videoclip di “Chi non ha”, nuovo singolo dei salentini Crifiu
Next articleCurvy Biker e Aracne in volo per il Salento su due ruote