Conclusa l’undicesima edizione dei Saggi finali della Scuola Musicale Comunale francavillese. Già aperte le iscrizioni per il nuovo anno

0
791

Saggio MusicaleFrancavilla Fontana (Br) – Si è tenuta dall’8 al 21 giugno scorsi l’undicesima edizione dei Saggi finali della Scuola Musicale Comunale di Francavilla Fontana. Ventuno, in totale, le sedute che hanno visto protagonisti ben 324 aspiranti musicisti, appartenenti alle province di Brindisi e di Taranto e accompagnati dai loro fedeli docenti, in tutto quindici insegnanti che ogni giorno svolgono il loro lavoro con grande impegno e dedizione cercando di sviluppare i talenti dei loro allievi. Numeri che dimostrano l’ormai incessante crescita di quello che è considerato uno dei fiori all’occhiello della Città degli Imperiali.

Nella suggestiva Sala ‘Antonio Mogavero’ del Castello Imperiali di Francavilla, conosciuta anche come ‘Sala della musica’, si sono susseguite incessantemente le tappe di quella che è stata una vera e propria maratona musicale, durata nel complesso più di quaranta ore, nel quale si sono passati i testimoni studenti di ogni età, dai più piccoli in età prescolare a ragazzi adolescenti, tutti entusiasti e allo stesso tempo emozionati nel dare dimostrazione di ciò che hanno appreso in un intenso anno di studio. La classe di pianoforte e quella di batteria sono le prime a contendersi il titolo di classe più frequentata, seguite da quelle di chitarra e canto moderno. Ma l’offerta formativa della scuola francavillese comprende anche i corsi di propedeutica musicale, flauto traverso, clarinetto, basso elettrico, sassofono e violino. Giovedì 16 giugno è andato in scena, invece, un insolito e piacevole concerto a cui ha dato vita un’orchestra composta dagli allievi di chitarra classica e guidata dai maestri Gianluca Demilito e Angelo Di Muri.

Novità di quest’anno, i tre progetti organizzati dietro proposta degli Assessorati ai Servizi Sociali e alla Cultura e Pubblica Istruzione della giunta francavillese e dedicati a quelle fasce sociali per le quali la musica può essere uno strumento educativo e allo stesso tempo occasione di divertimento. Il primo, ‘Bebè in musica’ ha visto il coinvolgimento dei piccoli dell’asilo nido comunale ‘Le coccinelle’, i quali hanno sperimentato direttamente gli effetti benefici della musica nella crescita dell’individuo. Il progetto ‘Musicabili’ è stato invece pensato per i soggetti definiti ‘diversamente abili’, i quali hanno potuto trovare, in questo corso, uno spazio personale per sviluppare le proprie capacità e sentirsi più integrati nella società, mentre ‘Musicasenza Età’ ha visto, invece, la fervida partecipazione di un gruppo numeroso di anziani che ha avuto la possibilità di dedicarsi alla musica in maniera estremamente coinvolgente.

{gallery}Gallerie/SaggioMusicaleFrancavilla{/gallery} 

Di certo nessuno può sentirsi escluso in questa vasta offerta formativa, dove ognuno ha potuto trovare il corso giusto per approcciarsi all’affascinante mondo della musica. Gran merito degli ottimi risultati della scuola musicale è, senza dubbio, del suo instancabile ed efficiente direttore Antonio Curto, il primo a prodigarsi costantemente per mantenere alta la qualità dei servizi offerti dall’istituto. Tra gli ultimi obiettivi importanti raggiunti da questo, la convenzione stipulata nel settembre 2014 con il Conservatorio ‘Nino Rota’ di Monopoli, grazie alla quale la scuola è diventata sede dei corsi preaccademici del Conservatorio stesso.

Il 30 maggio scorso, intanto, si sono già aperte le iscrizioni per il nuovo anno e, viste le statistiche degli ultimi anni, sono tante le richieste che si pensa arriveranno alla segreteria della scuola, richieste che dovranno essere presentate entro il 26 settembre prossimo. Per maggiori info: www.scuolamusicalecomunale.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleIl centrosinistra squinzanese non allineato ha deciso di Prendere Posizione
Next articleOtranto