Campi Salentina: scuolabus elettrico, mensa gratuita per la scuola dell’infanzia e servizi alle famiglie

0
122

La vice Sindaco Palmariggi: “Un’idea di città a misura di bambino”


Campi S.na (Le) – Sono numerose le attività per i più piccoli e a sostegno delle famiglie promosse dal Comune di Campi Salentina grazie alla collaborazione delle associazioni del territorio.

Con l’inizio della scuola è stato avviato, per la prima volta nel comune, un servizio di doposcuola completamente gratuito a cura dei ragazzi del Servizio Civile Universale. In aggiunta e a supporto dei genitori impegnati lavorativamente, ogni sabato mattina, presso la sala ex GAL in Piazza Unità d’Italia, si terranno dei laboratori creativi per bambini dai 6 ai 12 anni, in collaborazione con l’associazione “Sportivamente in arte” coadiuvati, anche in questo caso, dai ragazzi del Servizio Civile.

Un’importante novità è legata al trasporto scolastico. Grazie infatti ad un finanziamento ricevuto dalla Regione Puglia attraverso il Piano di diritto allo studio, sarà possibile acquistare uno scuolabus elettrico che, oltre a integrare il servizio di mobilità dei bambini, contribuirà anche alla salvaguardia dell’ambiente grazie alle zero emissioni.

Un ulteriore contributo regionale di 8 mila euro permetterà inoltre agli alunni della scuola dell’infanzia di usufruire gratuitamente della mensa mentre altri 5 mila euro saranno utilizzati per potenziare la nuova Biblioteca Comunale “Carmelo Bene”, all’interno della quale una sezione sarà dedicata interamente ai più piccoli.

Questa è l’idea di città che abbiamo – afferma la vice Sindaco e Assessora alla Cultura e alla Pubblica Istruzione Laura Palmariggi. Come Amministrazione Comunale abbiamo deciso di mettere in atto delle azioni significative a favore dei più piccoli e a sostegno delle famiglie. Ogni intervento, inoltre, guarda al futuro che non può che essere green. L’obiettivo è quello di sconfiggere lo spopolamento del Sud, una tendenza che si protrae ormai da tempo e che purtroppo colpisce in maniera importante il nostro territorio. E questo fenomeno si può contrastare solo creando le migliori condizioni per far sì che i nostri piccoli possano crescere qui e noi continueremo a lavorare in questa direzione”.