Al “Koreja” si chiude La Stagione Dei Ragazzi

0
364

Tre baseLecce – Presso i Cantieri Teatrali Koreja – Teatro Stabile d’Innovazione del Salento sta per chiudersi la rassegna di spettacoli dedicati alle scuole per il ciclo 2012/2013 organizzata dal teatro di via Dorso a Lecce, denominata “La Stagione Dei Ragazzi”.

Numerosissime sono state le rappresentazioni messe in scena sin da novembre, basti citare “Alice”, “Il Sole di chi è?”, “La Parola Padre” o “La Visita”; l’ultima che manca all’appello è “Giardini di Plastica”.

Questo spettacolo, accessibile a tutti, compresi i ragazzini di scuola materna, ha vinto il Premio Speciale come Miglior Spettacolo di Teatro Ragazzi nell’ambito del XVI International Theatre Festival For Children and Young Adults tenutosi a Isfahan, in Iran.

La rappresentazione non contiene una vera e propria storia che non sia quella inventata, lì al momento, dai tre attori in scena (Alessandro Crocco, Giovanni De Monte e Maria Rosaria Ponzetta) con le loro trasformazioni.  Chi decide di subirne l’incantesimo, dovrà prepararsi a un viaggio sorprendente alla scoperta di mondi magici dove colori, luci e suoni assecondano i propri desideri. Basta, insomma, lasciarsi andare ai ricordi e ai sogni, dare sfogo all’immaginazione e si potranno incontrare extraterrestri, samurai, fate, angeli o tanto altro.

Tutto questo all’insegna del riciclo e, grazie all’uso fantasioso delle luci, tubi, abiti, copri capi e materiale povero si trasformano fiabescamente in immagini strampalate e buffe.

La regia è affidata a Salvatore Tramacere. Per godere di quest’ultimo lavoro teatrale della Stagione Dei Ragazzi basta non prendere impegni per giovedì 18, venerdì 19 o sabato 20 aprile!

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleCani randagi
Next articleNovoli: guerra aperta ai trasgressori. In due colti in fragrante. In esclusiva per Paisemiu.com il Comandante Paladini.