Abbi cura di lei: una preghiera laica

0
173

Abbi cura di lei: abbi cura, di tutti i momenti in cui perderà i suoi punti di riferimento della vita a causa della vita stessa. Abbi cura di lei, di tutte le sue follie, delle sue manie e dei suoi nervosismi causati da altri. Abbi cura di lei, dei suoi attimi di dimenticanza procurati dallo stress quotidiano, dal suo continuo tran tran che la spinge a correre durante tutta la giornata. Abbi cura di lei e del suo essere disordinata in maniera ordinata, della sua frenesia e del suo non riposarsi mai, neanche quando la stanchezza ne fa da padrona. Abbi cura di lei quando la vita la porrà difronte a problemi importanti, dalle la forza di superarli come ha sempre fatto. Abbi cura di lei, del suo dormire ordinata come se in quel letto non avesse mai dormito nessuno. Abbi cura dei suoi risvegli spensierati accanto la persona amata, perché “il buongiorno si vede dal mattino”. Abbi cura di lei, del suo mangiare bene per mantenersi in forma e del suo continuo punzecchiare chi non fa movimento perché poco salutare. Abbi cura di tutti quei momenti difficili che fanno parte dell’esistenza, evitando di farla soffrire per nulla cosa al mondo, o almeno, limitane la sofferenza. Abbi cura di tutti i suoi sorrisi e conservali in uno scrigno di platino, in modo da poterli tirar fuori quando scarseggeranno, ricordandole tutti i motivi per cui sorridere, in modo da poter affrontare nel giusto modo la vita. Abbi cura delle sue lacrime di gioia e raccoglile in un bricco, in modo da poterle sempre far assaporare la felicità. Abbi cura delle sue lacrime tristi, perché sono maestre di vita e fortificano il suo animo da guerriera. Abbi cura della sua noia, perché sarà proprio in quel momento che cercherà il modo di non farla tornare più, utilizzando il tempo in diverso modo. Abbi cura dei suoi occhi, custodi della sua anima, perché solo osservandoli con tutto l’amore del mondo, doneranno la chiave per la giusta lettura, come diceva il grande Modì: “Dipingerò i tuoi occhi, soltanto quando avrò conosciuto la tua Anima”. Abbi cura del suo equilibrio, perché grazie ad esso, riuscirà a donarlo anche agli altri. Abbi cura della sua fantasia, perché in questo modo potrà mettere su carta la sua immaginazione, trasformandola in bellezza. Abbi cura di tutti i suoi difetti, senza i quali, sarebbe una persona totalmente diversa. Abbi cura di tutto ciò che fa parte di lei, di ogni minima cellula appartenente al suo corpo, dei suoi oggetti, delle sue convinzioni e del suo modo di amare, perché senza tutto questo non sarebbe mai stata lei…

Abbi cura di lei.

Classe ‘86, vive a Squinzano, piccolo paese della provincia di Lecce. Fin da adolescente manifesta una forte passione per la scrittura, percepita come insostituibile mezzo di espressione personale e di comunicazione diretta al cuore delle persone. Appassionato di arte, storia ed archeologia, cresce nel quartiere di Sant’Elia, luogo ancora ricco di mistero, dove conduce ricerche e studi su un convento del 1500, effettuando numerose e importanti scoperte archeologiche che gettano nuova luce sul complesso monastico. Scrive su diversi blog e giornali come “Salento Vivo”, “Spazio Aperto Salento”, “L’ORticA”, “Il Trepuzzino”. È in procinto di pubblicare la sua prima raccolta di scritti con Aletti Editore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleMister Baroni alla vigilia di Lecce-Sampdoria: “Abbiamo lavorato per rafforzare le nostre certezze, i ragazzi hanno entusiasmo”
Next articleNovoli, nasce il gruppo politico “Prima Novoli”