A Salice Salentino inaugurazione della Chiesa di Santa Filomena

0
109

Diventerà un infopoint ed un contenitore culturale.  Il bene è stato recuperato con un progetto del GAL Terra d’Arneo. Inaugurazione domenica 5 marzo 2023, ore 17


Salice S.no (Le)Sarà il nuovo Arcivescovo di Brindi – Ostuni, Mons. Giovanni Intini, a presiedere al taglio del nastro della Chiesa di Santa Filomena, bene restituito alla comunità di Salice Salentino dopo anni di inutilizzo. La chiesetta, collocata strategicamente nel centro storico del Comune della Terra d’Arneo, è stata candidata dall’amministrazione al bando del GAL Terra d’Arneo denominato “Centri per la qualità” – Intervento 1.3 del PAL “Parco della qualità rurale Terra d’Arneo” – PSR Puglia 2014/2020 – Sottomisura 19.2.

L’intervento ha previsto un lavoro di attento restauro del bene: dalla facciata esterna, al risanamento delle pareti, al minuzioso recupero dell’altare per un ammontare complessivo di 200mila euro di fondi pubblici. Obiettivo dell’intervento di recupero è quello di destinare la chiesetta ad infopoint turistico e farla diventare contenitore di attività culturali a servizio della comunità.

Nell’ambito della strategia di sviluppo locale che in questi anni stiamo attuando con successo, è centrale il ruolo delle Amministrazioni comunali chiamate a moltiplicare i luoghi di incontro e confronto delle comunità che sono al centro delle nostre politiche di sviluppo” – dichiara Cosimo Durante, Presidente del GAL Terra d’Arneo. “La nostra idea di crescita del territorio è fortemente legata al tema della qualità della vita ed incremento dei servizi alla persona perché questo territorio possa evolvere anche culturalmente e socialmente oltre che economicamente”.

L’evento di inaugurazione è fissato per le ore 17 di domenica 5 marzo p.v. alla prestigiosa presenza dell’Arcivescovo di Brindisi – Ostuni, Mons. Giovanni Intini, del Sindaco di Salice Salentini, Cosimo Leuzzi e del Presidente del GAL Terra d’Arneo, Cosimo Durante.

Seguirà la celebrazione eucaristica in Chiesa Madre alle ore 18.