A Cavallino, il prossimo primo giugno, “Arte di strada”

0
339

CavalllinoSe è vero che la felicità di ogni individuo deriva dallo stato di bellezza che ci circonda allora sabato 1° Giugno sarà l’occasione ideale per abbellire Cavallino.

Alle spalle dell’ex convento dei domenicani, nell’area dove sorge il nuovo parcheggio adiacente al vecchio cinema del paese, chiunque potrà dare sfogo alla propria creatività. Per un intero pomeriggio questo angolo di mondo si trasformerà nella capitale della tolleranza dove fantasia e creatività, gioco e arte prenderanno il sopravvento lasciando spazio ad espressioni artistiche insolite e strepitose. 

“Arte di strada” è una manifestazione ispirata alla Street Art, un tipo di arte urbana, che si manifesta nei luoghi pubblici dove questo fenomeno socio-culturale sta caratterizzando le piazze e i quartieri delle principali capitali europee. Le tecniche messe in atto dagli esponenti della Street Art sono il “giardinaggio libero d’assalto” (Guerrilla Gardening) che esprime il desiderio di vivere circondati dagli spazi verdi per questo le aiuole abbandonate si trasformano in incantevoli scenografie floreali; poi c’è il “bombardamento tessile” (Yarn Bombing) che prevede il rivestimento di pali, panchine, alberi, cassonetti con manufatti di lana e cotone, un modo originale per rivalutare gli antichi mestieri svolti dalle donne, abili maestre nei lavori a maglia e all’uncinetto.

Di grande impatto visivo è il Dispatchwork ossia il riempimento di crepe e fori con i Lego, i famosi mattoncini colorati, che inseriti nei buchi delle pareti degli edifici storici creano una suggestiva bicromia di colori. Straordinaria, infine, è il Good Bike Project cioè il riutilizzo di vecchi telai di biciclette trasformati in un’originale segnaletica stradale.

Chiunque voglia liberare la propria immaginazione e dare sfogo alla fantasia non esiti a raggiungere sabato 1° Giugno una nuova officina creativa dove insieme ai bambini si costruiranno fantastici giochi impiegando materiale di riciclo ed elementi naturali. È solo attraverso la giocosità dell’insegnamento che si può valorizzare l’ingegno del fanciullo affinché possa esprimersi liberamente. È partendo dal reale e dagli spazi in cui viviamo che possiamo rivoluzionare il modo di vedere, concepire, intendere ciò che ci circonda considerando la terra come un bene comune che appartiene a tutti quindi da curare, amare e rispettare. Il concetto si intuisce dalla meravigliosa locandina realizzata da Milena Galeoto che ha curato il progetto grafico. 

Il tema della manifestazione è la Repubblica in previsione della festa nazionale del 2 Giugno, l’incontro prevede una serie di laboratori didattici tra cui la lettura dei principali diritti dell’infanzia tratti da un bellissimo libro illustrato per bambini. A coinvolgere i partecipanti ci sarà Anna Lisa De Pascalis, abile artista nota per le sue splendide creazioni in ferro battuto; Viviana Quarta, esperta arredatrice e vincitrice di prestigiosi concorsi floreali; Marco Fantuzzi, maestro nell’estrazione dei colori dalle fibre vegetali. La festa sarà arricchita dalla presenza degli alunni della scuola Lupiae Comix di Lecce che all’istante realizzeranno un fumetto e dagli allievi dell’accademia di musica Damus (Harmoium) che porteranno a Cavallino un progetto giramondo intitolato “Una chitarra per tutti”. Chiunque potrà cantare in acustico la propria canzone allietando i partecipanti con una musica piacevole evitando ritmi assordanti e frenetici. 

L’evento è ideato e curato da Paola Bisconti, giornalista e blogger, insieme all’associazione “La Serra”.

{loadposition addthis}