La grinta non basta: il Lecce regala un pareggio alla Casertana

0
293

LeCE2Lecce – Finisce con un goal per parte la sfida tra Casertana e un Lecce che, dopo la sconfitta casalinga contro la Fidelis Andria e la vittoria esterna sul campo della Juve Stabia aveva come obiettivo dichiarato quello di far partire una striscia positiva e conquistare i primi tre punti tra le mura amiche del Via del Mare.

I ritmi del match sono altissimi fin dall’inizio e, per i primi dieci minuti, il Lecce mette pressione agli ospiti ma ha difficoltà a trovare gli spazi necessari per superare l’intero undici ospite schiacciato nella prima metà campo. La partita sembra a senso unico ma la fine momentanea del dominio giallorosso coincide con l’infortunio di Moscardelli costretto a lasciare il posto a Doumbia a causa di un problema muscolare al polpaccio: da quel momento il Lecce appare meno lucido e concede occasioni da calci piazzati che, fortunatamente, gli ospiti non riescono a sfruttare ad innervosire il match, poi, ci pensano un paio di decisioni dubbie del direttore di gara e del suo primo assistente. A pagare per questo clima di tensione sono Papini e Camisa per il Lecce e Rainone per i rossoblù.

Il primo tiro del match parte dal piede di Lepore e, anche se potente, è centrale e facile preda di Gragnaniello ma la prima marcatura è in favore dei casertani: Mangiacasale scatta sulla fascia destra e, dopo aver superato Legittimo, lascia partire un cross che impatta con la coscia di Freddi e scavalca l’incolpevole Perucchini.

Giusto il tempo di riordinare le idee e il Lecce ricomincia a pressare alla ricerca del pareggio che arriva quando Surraco, ricevuto il pallone da Papini, lancia un bolide dai trenta metri che finisce in rete alle spalle di Gragnaniello per l’1-1 con cui si conclude il primo tempo.

Dopo il calo di tensione della prima frazione di gioco, il Lecce torna in campo con un piglio più aggressivo ma, dopo un tentativo di testa di Freddi, De Marco prova a sfruttare una indecisione difensiva giallorossa ma il suo tiro attraversa tutta l’aria di rigore con Perucchini a fare buona guardia.

Nel tempo che manca alla fine del match, per la Casertana entrano Negro, Ciotola e Alfageme al posto di Mangiacasale, De Angelis e Diakitè mentre nel Lecce entrano Diop e Vecsei al posto di Carrozza e un ottimo Surraco applaudissimo da tutto lo stadio.

Il Lecce prova a spingere fino alla fine alla ricerca del vantaggio ma il risultato finale rimane inchiodato sull’1-1.

Quelli di oggi, come sottolineato anche da Mister Asta in conferenza stampa, sono due punti persi dal Lecce che, pur avendo giocato una partita nettamente migliore rispetto a quella degli avversari, non riesce a conquistare l’intera posta in palio a causa di un autogol subito nonostante la casella delle occasioni ospiti sia rimasta ferma sullo zero.