Il Lecce espugna anche Pisa: rigore di Coda e allungo sul Monza

0
77
Coda – Henderson, ph. Andrea Stella

Pisa – I giallorossi si impongono anche in trasferta contro il Pisa. È bastato un rigore di Massimo Coda per espugnare l’Arena Garibaldi. Partita ostica e difficile contro un avversario roccioso e organizzato.

Mister Corini conferma la formazione titolare con solo due cambi rispetto alla gara contro la Salernitana. Pisacane prende il posto di Meccariello in difesa, Hjulmand torna play davanti a centrocampo.

Il Lecce parte fortissimo. Al 2’, sugli sviluppi di un calcio di punizione, Hjulmand calcia fortissimo verso la porta, la palla sfila di poco a lato. Il Pisa si fa vedere dalle parti di Gabriel con buone trame e tanta densità in area di rigore. Partita difficilissima per il Lecce, i neroazzurri coprono molto bene il campo e rendono complessa la manovra giallorossa. Al 18’, si registra un tiro di De Vitis dalla lunga distanza, Gabriel addomestica senza grossi problemi. Al 27’, arriva la prima vera grande occasione della giornata. Birindelli mette Palombi solo davanti a Gabriel, si immola Lucioni e salva un tiro a botta sicura dell’ex Lecce. Al 29’, il Pisa ha protestato per un intervento di Maggio su Palombi in area di rigore. L’arbitro non fischia. Il Pisa si innervosisce e a farne le spese è mister d’Angelo che viene espulso. C’è da dire che, ai numeri, il Pisa è avanti perché riesce a trovare facilmente le corsie laterali e da qui il cross per le punte. Raccontiamo una fase del match abbastanza spezzettata e nervosa. Le squadre si aspettano e non forzano la giocata. Al 41’, il Pisa prova con un tiro a giro dalla distanza di Lisi, palla che finisce a lato della porta di Gabriel. Al 44’, ancora i toscani con un tiro di Mazzitelli dalla distanza, anche questa volta il pallone va fuori dallo specchio. Al 45’, va nuovamente Hjulmand al tiro, sempre, dalla lunga distanza. Nessun pericolo per il portiere neroazzurro. Termina qui il primo tempo dell’Arena Garibaldi.

Riparte la gara con la novità Meccariello al posto di Pisacane già ammonito. Il Lecce crea la prima vera azione della gara al 51’ con un’imbucata per Bjorkengren, palletta per Pettinari e tiro che manda il pallone alto sopra la traversa. Al 56’, il Pisa trova un Lecce scoperto dopo una palla persa da Gallo, per fortuna, a spazzare l’area c’è Majer. In questo momento il Lecce, con una serie di passaggi in orizzontale, è riuscito ad occupare la metà campo pisana. Difficile trovare un varco per imbucare gli attaccanti. Al 70’, ottima trama dei giallorossi, Majer tira forte in mezzo senza trovare compagni in area. Al 74’, arriva la chiave del match con l’atterramento di Henderson in area di rigore da parte di Mazzitelli. L’arbitro fischia il rigore. Dal dischetto va Coda e segna il ventunesimo gol in maglia giallorossa. La squadra di mister Corini mette la freccia. All’80’, Coda ci prova dalla lunga distanza con un tiro a giro, il pallone esce fuori a lato. Il Pisa si fa vedere in avanti con fare rabbioso completamente sbilanciato in fase offensiva. Al 90′, il Lecce riesce a superare la pressione nerazzurra e, per poco, non mette in ghiaccio il match. Purtroppo, l’arbitro fischia una posizione di fuorigioco.

Sono quattro lunghi minuti di recupero. Al 94′, Quaini cerca il colpo dalla lunga distanza buttando la palla di molto fuori. Il Lecce esulta, manca pochissimo. Finisce qui, i giallorossi infilano la sesta vittoria consecutiva. La squadra di mister Corini dà lo strappo al campionato visto anche il pareggio del Monza. Si porta a + 6 dalla terza in attesa della gara della Salernitana.