All’esordio in casa il Lecce è un film già visto

0
72

Lecce – Manto erboso non al meglio, ma si può giocare: con questa prima certezza il Lecce fa il suo esordio al Via del Mare, di fronte alla Salernitana di Colantuono. Ma di certezze è utile sottolinearne anche altre, a partire da un’ulteriore prodezza di Mancosu che porta in vantaggio il Lecce con una bella rovesciata al 4′, fino al talentuoso Falco, anche lui già a segno a Benevento e stasera autore di una punizione micidiale. Purtroppo, nella seconda parte della gara, arrivano anche certezze di cui avremmo fatto volentieri a meno: il Lecce ripete l’errore di abbassare la guardia facendosi raggiungere.

Nel primo tempo i giallorossi conducono il gioco in maniera sicura, veloce. Dopo il vantaggio di Mancosu in apertura, la Salernitana si fa avanti solo un paio di volte con Di Gennaro, ma senza ferire. Poi arriva un nostro palo in fuorigioco e una buona punizione di Falco con palla ad effetto.

Nella seconda parte della gara, Pettinari spolvera un tiro-cross inoffensivo che Micai intercetta facilmente. Il Lecce spara ancora qualche cartuccia ma abbassa il ritmo e la Salernitana, nel frattempo, diventa più aggressiva e prova ad affondare. Infatti, dopo che Micai dice no al destro esplosivo di Falco, Bocalon pareggia di testa, in modo quasi inevitabile considerando il black out di Lucioni e l’uscita fuori tempo di Vigorito. Il Lecce prova a reagire subito ed in effetti Falco non sbaglia il suo sinistro su punizione guadagnata dal chiacchierato Chiricò. Poi però arriva la beffa, al 90’, con Castiglia che rimonta.

Nonostante in pieno recupero Mancosu quasi ce la faccia a regalare la vittoria al Lecce, l’impressione è che questa squadra, per quanto forte ed attrezzata per la B, debba ancora crescere molto, soprattutto in continuità e concentrazione. La qualità c’è, ma deve venir fuori quel tanto che basta per lasciare indietro l’avversario.