Accoltella la sua fidanzata riducendola in fin di vita: arrestato un 30enne per tentato omicidio

0
253

Morciano di Leuca (Le) – Esattamente ad un anno di distanza dal tragico delitto in cui trovò la morte la giovanissima Noemi Durini, un nuovo episodio criminoso si è verificato la notte scorsa a Morciano di Leuca dove, i Carabinieri di Salve (Le), hanno tratto in arresto Giorgio Vitali, 30enne incensurato di Gagliano del Capo, reo confesso di tentato omicidio.

Il giovane, infatti, in seguito ad un litigio con la sua fidanzata, una giovane 27enne di Morciano di Leuca, l’ha colpita ripetutamente alle spalle con un’arma da taglio lasciandola priva di sensi e fuggendo dall’abitazione in cui si è consumata l’aggressione, allertando, successivamente, i soccorsi giunti tempestivamente e riuscendo a salvare la vita alla giovane rinvenuta in un vero e proprio lago di sangue.

Giorgio Vitali – Cl. 1988

I Carabinieri, una volta rintracciato l’aggressore, lo hanno interrogato registrando, nel suo racconto, una serie di contraddizioni fino ad ammettere le proprie responsabilità e confessare il tentato omicidio fornendo anche precise indicazioni ove ritrovare e recuperare l’arma del delitto, abbandonata fra le sterpaglie in un terreno incolto poco distante dall’abitazione della giovane donna.

La ragazza, trasportata d’urgenza presso l’ospedale “C. Panico”, a Tricase, è stata ricoverata in rianimazione; i medici si sono riservati la prognosi ma, fortunatamente, non sarebbe in pericolo di vita.

Vitali, invece, espletate tutte le formalità connesse al suo arresto, è stato associato presso la casa circondariale di Lecce come disposto dall’Autorità Giudiziaria.