Boomdabash, l’abbraccio di Trepuzzi. Payà one man show

0
404

Bande a Sud 2019, la rassegna entra nel vivo. I Boomdabash incantano e fanno il pienone. Oggi le bande di strada


Trepuzzi (Le) – Nemo propheta acceptus est in patria. Non è sicuramente il brocardo più azzeccato per l’occasione. Il gruppo salentino dei Boomdabash, reduce da un anno denso di successi, si esibisce nella terra che gli ha dato i natali e che li ha visti muovere i primi passi nella musica.

Dalle giornate dell’arte presso gli istituti di istruzione secondaria superiore a Sanremo, dalle dance hall presso i lidi di Torre Chianca – San Foca a Bande a Sud. Il passo è breve per chi sa sognare e loro hanno avuto la resilienza di continuare a farlo per 15 anni.

E’ questa in brevissima sintesi la carriera artistica e umana dei Boomdabash, fan dei loro fan, amici tra gli amici.

La loro esibizione si è inserita perfettamente nell’ambito del festival di Bande a Sud, arrivato ormai alla sua ottava edizione, conquistando un posto di diritto tra le rassegne di rilievo nel panorama musicale nazionale. Tema conduttore dell’edizione in corso di svolgimento è “la strada” e non c’era sound migliore di quello del gruppo salentino, ricco di contaminazioni, per esprimerlo al meglio.

Tra gli ospiti della serata si sono alternati Sergio Sylvestre e Rocco Hunt ma protagonista assoluto della serata è stato Paolo Pagano, in arte Payà. A Paolo, originario di Trepuzzi, è stato riservato ampissimo spazio musicale alternato a brevi ma intensi dialoghi con il pubblico a introduzione di alcuni successi.

Con indosso la maglia ufficiale del U.S. Lecce, Payà si è professato cittadino di una terra che pur con le sue avversità e contraddizioni rimane il porto sicuro di chi è stato costretto ad emigrare per motivi di lavoro.

Il festival prosegue nella serata odierna con le bande di strada, cuore del festival.

La festa bandistica più autentica di Puglia, nella cittadina degli immaginari bandistici, che porta come in un incanto decine e decine di musici ed i loro lucenti ottoni e percussioni a risvegliare le strade silenziose del piccolo centro storico di Trepuzzi, a chiamare tutti a raggiungere la strada, unirsi al cammino della carovana e celebrare una musica fatta di mille suoni e volti, in una notte di festa dove il ritmo unisce e festeggia la comunità, variopinta e preziosa nelle sue differenze.

Protagonista della serata saranno le seguenti street band, che arriveranno da tutta Italia: Bandakadabra (Piemonte), Bandita officina del ritmo (Puglia), Sud Street Band (Sicilia), Second line (Toscana), The Fantomatik Orchestra (Toscana), Magica Boola Brass Band (Toscana), Banda Giovanile, Majorettes e Sbandieratori associazione “Note nel Pentagramma” -Mesagne (Puglia), Mabò band, Carillon Vivente.

Saranno presenti anche numerosi artisti di strada che si esibiranno tra gli stand enogastronomici del progetto parallelo di “Bande a Food”.