#VERSOLEAMMINISTRATIVE – Pino Marcucci torna alla politica attiva e si candida a Sindaco di Guagnano

0
423

Nelle prossime amministrative a Guagnano, saranno tre i candidati a contendersi la poltrona di Primo Cittadino. Per i lettori di Paisemiu abbiamo incontrato Pino Marcucci, medico e volto già noto alla politica locale alla quale ritorna per impegnarsi attivamente con la lista “Per Guagnano e Villa Baldassarre”

Perché ha deciso di accettare la sfida e candidarsi a sindaco di Guagnano?

Per diversi anni sono rimasto lontano dalla politica attiva del mio paese. La crisi dei partiti e il modo di fare politica degli ultimi anni hanno provocato in me un senso di amarezza e delusione per cui ho deciso, di allontanarmi dalla politica negli ultimi quindici anni. Cinque anni fa, rifiutai la proposta di fare il candidato sindaco con il movimento politico che attualmente guida l’amministrazione comunale. In previsione delle imminenti elezioni comunali, sono stato contattato nuovamente da alcuni amici di destra, di sinistra, di centro che mi hanno riproposto di tornare in politica e di candidarmi come sindaco. Dopo diversi tentativi da parte loro, ho maturato la decisione che era arrivato il momento di accettare e di rimettermi in gioco. E’ così nato il movimento civico-cittadino: “Per Guagnano e Villa Baldassarre”.

La sua esperienza politica si colloca al centro, come nasce la lista civica: “Per Guagnano e Villa Baldassarre”.

La mia esperienza politica si colloca nel centro moderato, sono legato politicamente al pensiero cattolico-liberale da sempre, ho militato nella D.C., dal movimento giovanile fino alla scomparsa dei partiti. In questo momento si è reso necessario mettere insieme persone ed esperienze diverse, di destra, di centro e di sinistra, per il bene del paese. Grazie all’impegno di tutto il movimento ci siamo riusciti e intorno al mio nome è nata una bella lista civica formata da consiglieri comunali uscenti, candidati nuovi, professionisti, imprenditori, giovani che hanno voluto coraggiosamente mettersi in gioco perché hanno a cuore le sorti del paese e hanno voglia di lavorare al servizio della mia comunità. Lista civica che, dal punto di vista politico, sarà aperta a tutte le componenti politiche e movimenti che vorranno darci una mano a far crescere il mio territorio.

Quali sono i punti più salienti del suo programma per guidare il paese, lungo quali assi pianificherà la sua azione di governo?

I punti più salienti saranno: I giovani, con particolare attenzione all’imprenditoria giovanile ed in particolare quella agricola con tutti i mezzi che la politica mette a disposizione (bandi regionali, nazionali PNRR); promuoveremo i corsi di formazione professionale. Il Territorio, sappiamo benissimo che la nostra terra è votata all’agricoltura e per questo, faremo di tutto per difenderla e salvaguardarla. Gli anziani, la maggior parte del nostro paese è costituito da anziani, soprattutto soli e che hanno bisogno di cure e attenzioni. Metteremo in azione tutte le politiche sociali che la legge prevede per incrementare, i servizi di assistenza e di cura. La Zona Industriale, bisogna impegnarsi per renderla più viva e appetibile per chi volesse investire a Guagnano, vista la posizione strategica del nostro paese. Agriturismo, la posizione geografica del nostro  paese è molto vantaggiosa, pertanto favoriremo lo sviluppo di questo settore. Porgeremo inoltre, attenzione  alla promozione di  eventi importanti quali: consegna della carta costituzionale, premio del negroamaro e altre attività culturali e sportive. Tutto ciò è allo studio, da parte nostra e di professionisti amici, per la fattibilità e attuabilità.

Quali azioni adotterebbe nei primi 100 giorni di Mandato e perché i cittadini dovrebbero votarla?

Nei primi 100 giorni lavoreremo tanto, per cercare di mettere in funzione, nel giusto modo, la macchina amministrativa: “ Il Comune al servizio dei Cittadini!” è il nostro motto . Il resto lo lasciamo decidere agli elettori e alla loro maturità.