#VERSOLEAMMINISTRATIVE – Guagnano, Danilo Verdoscia candidato a Sindaco per dare continuità al lavoro dei predecessori

0
684

Tra pochi mesi, i residenti di Guagnano sono chiamati al voto per scegliere il nuovo sindaco. Danilo Verdoscia, attuale Vice Sindaco dell’Amministrazione Sorrento è il candidato sindaco nella Lista “INSIEME con Danilo VERDOSCIA”.


La sua candidatura a Sindaco di Guagnano è maturata dopo cinque anni trascorsi nell’attuale amministrazione in veste di Vice Sindaco. L’esperienza vissuta in questi anni lo ha avvicinato ancora più al territorio conoscendone le innumerevoli sfaccettature e problematiche. Quali sono le priorità per questo paese e le prime azioni da svolgere dopo la sua elezione?

Mi piacerebbe innanzitutto manifestare che la mia candidatura a Sindaco è stata valutata per dare continuità al progetto iniziato con le amministrazioni Leone e proseguito con Dino Sorrento: fare di Guagnano un territorio di eccellenza! Si è visto nella mia persona il soggetto che meglio può pilotare questo processo grazie alle competenze acquisite durante l’esperienza politico-amministrativa nel corso degli ultimi quattordici anni, nell’ambito di una pianificazione di scelte progettuali ampiamente condivise con colleghi amministratori di diverse estrazioni politiche. Le priorità sono legate dunque al processo di sviluppo territoriale già intrapreso che verrà presto rafforzato con il completamento dei progetti in corso di realizzazione, la messa in rete degli stessi e la gestione mediante soggetti qualificati al fine di darne la massima fruibilità.

Incertezza, precarietà del lavoro, insicurezza del welfare, nuovi problemi e bisogni esplosi con la pandemia. Shock sociale ed economico. Quanto il rafforzamento dei poteri del Sindaco possono ritenersi importanti per la risoluzioni di tali problematiche?

Grazie alla presenza qualificata del Sindaco Dino Sorrento abbiamo gestito la situazione pandemica in modo esemplare. La presenza della Protezione Civile a Guagnano, l’istituzione del Centro Operativo Comunale (C.O.C.) ed i provvedimenti di solidarietà continuano a sostenere la comunità. Tuttavia, in questo particolare periodo storico risulta evidente, oltre che necessario, che i poteri del Sindaco, oltre a quelli previsti dalla normativa vigente, possono ritenersi importanti per la risoluzione delle problematiche solo se avvalorati dalla conoscenza amministrativa, dalla disponibilità e dall’impegno quotidiano verso la comunità e se rafforzati da strategie di welfare di investimento sociale che possano permettere ai cittadini di rispondere meglio e in prima persona.

In sintesi quali ritiene siano i punti qualificanti del programma della sua coalizione?

Il programma in corso di stesura qualifica e definisce le scelte finora adottate e presenta interventi progettuali già intrapresi nell’ambito dei programmi e delle linee di intervento del PNRR (Istruzione e Ricerca, Transizione Ecologica). Uno dei punti salienti del programma, in un territorio tipicamente agricolo e prevalentemente vitivinicolo, che vuole essere di eccellenza, agricoltura e ambiente non possono essere scisse ma devono muoversi in piena sinergia. La necessità è quella di tutelare l’ambiente, soprattutto in considerazione della perdita del patrimonio olivicolo quale polmone verde del nostro Salento, e per fare ciò bisogna garantire agli agricoltori una gestione sostenibile delle risorse naturali per una produzione di alta qualità.

Quale sarà il primo atto dell’amministrazione con Verdoscia Sindaco?

Mi piace essere diretto e pragmatico. Il primo argomento che tratteremo insieme alla mia squadra, che è tra i principali punti del nostro programma, sarà la Società in House Prometeo. Fiore all’occhiello del Comune di Guagnano, strumento che da oltre dieci anni crea efficienza ed efficacia attraverso i servizi resi, risparmi per le casse comunali e possibilità lavorative. Il primo atto, dunque, riguarderà l’implementazione dei servizi mediante strategie di internalizzazione strutturate su obiettivi a lungo termine.