Valsamoggia si racconta: un esempio per Terenzano

0
565

image001Casalabate – Organizzato dal Comitato “Comune Unico Terenzano” con il patrocinio della Regione Puglia, Provincia di Lecce, Unione dei Comuni del Nord Salento, Comune di Acquarica del Capo, Campi Salentina, Presicce, Squinzano, Trepuzzi e Valsamoggia. L’incontro si terrà questa sera alle ore 20:30 a Casalabate – Marina di Squinzano e Trepuzzi – Oratorio Giovanile “San Nicola” – Lungomare Nord.

L’obbligatorietà delle funzioni e dei servizi in forma associata per i comuni al di sotto dei 5.000 abitanti ha innescato un’accesa discussione sulla fusione dei comuni che, da un lato, consente innumerevoli vantaggi economici ma, dall’altro, riduce il numero delle “poltrone” riservate agli amministratori.

Lo scorso 22 luglio, infatti, alcuni sindaci hanno protestato contro la scelta del governo che, nella logica della riduzione degli enti e per incidere sulle economie di scala, con la legge proroga, intende attuare una politica di cooperazione per garantire una gestione ed organizzazione dei servizi e delle funzioni che siano efficaci ed efficienti.

Non tutti i sindaci, però, guardano con disprezzo al processo di fusione; un esempio, primo nella provincia di Lecce, è quello dei comuni di Acquarica del Capo e Presicce che, proprio alla fine del mese di maggio, nei rispettivi consigli comunali, hanno deliberato a favore della fusione avviando così l’iter necessario sancito dall’articolo 133 della Costituzione.

LocandinaDiversi sono gli esempi di fusione di comuni nel Nord Italia che sembrano essere ormai punto di discussione all’ordine del giorno nei consigli comunali. Il processo di fusione più conosciuto è quello relativo al Comune di Valsamoggia, in provincia di Bologna, nato dalla fusione di cinque comuni (Bazzano, Castello di Serravalle, Crespellano, Monteveglio e Savigno) per una popolazione che supera i 30.000 abitanti.

Il Comitato “Comune Unico Terenzano”, attivo da marzo 2013 per promuovere il progetto di fusione dei comuni Campi Salentina, Squinzano e Trepuzzi, attento a quanto accade a livello locale e nazionale, corroborato dalla nascita di altri movimenti che promuovono il processo di fusione operanti sul territorio provinciale, organizza il 4° convegno/dibattito dal titolo “Valsamoggia si racconta: un esempio per Terenzano” all’Oratorio Giovanile “San Nicola”, Lungomare Nord, Casalabate – Marina di Squinzano e Trepuzzi il 30 luglio p.v. alle ore 20,30. Interverranno: Vincenzo Serratì, coordinatore del Comitato “Comune Unico Terenzano”; Egidio Zacho, Sindaco del Comune di Campi Salentina, Mino Miccoli, Sindaco del Comune di Squinzano, Oronzo Valzano, Sindaco del Comune di Trepuzzi, Marisa Stivala, Assessora ai Servizi alla Persona del Comune di Presicce, Tatiana Turi, Assessora ai Rapporti Istituzionali, Daniele Ruscigno, Sindaco del Comune di Valsamoggia; modererà l’incontro Cosimo Antonio Passiatore, Segretario Generale del Comune di Campi Salentina.

Durante il convegno i relatori affronteranno la tematica della fusione dei comuni partendo dalla propria esperienza e conoscenza, spiegando le motivazioni che hanno indotto a seguire questo processo ed i vantaggi che ne sono derivati e che deriveranno dallo stesso.  Si farà riferimento al progetto proposto dal Comitato organizzatore al fine di comprendere in modo più chiaro quali opportunità e quali vantaggi questo progetto può offrire per la costruzione di un nuovo assetto amministrativo con la relativa ridefinizione dei confini territoriali ed il ridimensionamento della spesa pubblica.

Per informazioni

Coordinatore Comitato “Comune Unico Terenzano”

Vincenzo Serratì 3926829860

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleSalice S.no, è allarme per la scomparsa di un giovane di 14 anni
Next articleIl duo d’eccezione Francesco Libetta e Massimo Quarta in concerto