Corte d’Appello, Pagliaro (FI) annuncia un sit-in per la raccolta di firme il prossimo 7 aprile

0
189

raccolta firmeLecce“Renzi continua a desertificare anche la geografia giudiziaria del Sud ed in particolare del Salento, con la chiusura della Corte d’Appello di Lecce. Forza Italia non ci sta ed è per questo che giovedì prossimo saremo nei pressi dei Tribunali di Lecce, Taranto e Brindisi per un sit in ed una raccolta firme per dire “no” all’ennesimo scippo che il governo fa ai danni delle tre Province Salentine ”.

Lo dichiara Paolo Pagliaro, dell’Ufficio di Presidenza di Forza Italia e responsabile nazionale al Regionalismo del partito. “Le firme che raccoglieremo –aggiunge- saranno inviate ai nostri parlamentari forzisti, investendoli dell’impegno di perorare una causa rilevantissima, ed al Ministro alla Giustizia. Purtroppo, siamo stati facili profeti: senza una riforma organica dell’assetto istituzionale del Paese che dia forza e autonomia vera ai territori, ci ritroviamo a dover sudare per il riconoscimento dei diritti minimi ed essenziali. Perché il facile accesso alla giustizia rientra certamente tra questi ultimi, così come non si può pensare di oberare di difficoltà il lavoro degli operatori del settore. Insomma, un servizio essenziale minacciato da tagli incomprensibili, visto che andrebbe potenziato per accelerare i tempi dei procedimenti! Ma adesso dobbiamo lottare ed Fi sarà in prima linea con la comunità salentina, con gli avvocati e i magistrati. Lunedì presenteremo tutte le iniziative, a partire proprio dal sit in di giovedì, durante una conferenza stampa con il nostro coordinatore regionale, l’on Vitali, e tutti i dirigenti locali del partito. I rappresentanti del Pd –conclude Pagliaro- immaginiamo che si sentano piuttosto in imbarazzo, a far parte di una maggioranza, nazionale e regionale, che non fa che privare i cittadini salentini  di diritti e servizi fondamentali”.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleL’Adelfia con “Liberiamo il Blu” colora la Giornata Mondiale sull’autismo
Next articleSquinzano, Multiservizi del Vecchio si dota di un defibrillatore