La notte di inchiostro di Puglia: cultura da Parigi a Porto Cesareo

0
369

La notte dinchiostro di PugliaPorto Cesareo (Le) – “La notte di Inchiostro di Puglia”, il nome dell’evento che oggi, 24 aprile, unirà diversi comuni della Puglia in un’unica rete, creata dal “ragno” della cultura. Fortissima la partecipazione, soprattutto a livello mediatico e in particolare sui social network: la parola d’ordine è il passaparola e ovviamente la lettura.

Per una serata le librerie, i caffè letterari, le sedi associative e biblioteche di tutta Puglia si trasformeranno in “Fortini Letterari”. Diverse le attività previste: dalle presentazioni di libri, ai reading, proiezioni e gruppi di lettura che in contemporanea semineranno cultura nei luoghi della regione che, secondo le statistiche, leggerebbe di meno.

L’idea è venuta a Michele Galgano, fondatore del blog letterario Inchiostrodipuglia.it, poi in poco meno di un anno si è creata una rete sempre più fitta di Lettori e amanti della lettura.  

“Leggere fa bene alla salute” uno dei motti della Notte Bianca della lettura tutta pugliese, che ad oggi vanterebbe più di 100 “Fortini Letterari”: dalla Puglia a Roma, Milano, fino ad arrivare oltre i confini, nella bella Parigi.

La Biblioteca Comunale di Porto Cesareo , grazie alla preziosa collaborazione delle volontarie e degli utenti, per questa sera si trasformerà nel Fortino Letterario n° 96 con un ricco calendario di attività.

Programma :

-Alle 18.00 “ti racconto una storia”, tante storie rivolte agli utenti più piccini e alle loro famiglie; 

-Alle 19.00 proiezione del film di animazione “il magico mondo di Oz” liberamente tratto dal romanzo del 1900 di L. F. Baum (con brano “guardo il mondo a testa in giù” cantato da Violetta);

– ore 21.00 incontro con l’autore Simone Mele (ultima “fatica letteraria” la raccolta di calembour “L’ozio è il padre dei vizi, lo zio è il padre dei cugini”);

-ore 22.00 incontro letterario “Porta il tuo libro, condividi la tua citazione”, invitiamo utenti e amici della biblioteca a partecipare attivamente attraverso un loro piccolo “contributo letterario”: una citazione da un libro, una poesia, il testo di una canzone

Non resta che scegliere l’attività che più vi coinvolge e parteciparvi per una giusta causa, la Puglia che legge.