“Colori diVersi”: arte, musica e poesia a Squinzano a cura del Centro Athena

0
330

Colori diVersi Arte Musica e PoesiaSquinzano (Le) – Di quanti colori si può rivestire l’arte? Quante sono le sfumature che possono assumere i suoni e le parole? La risposta a queste domande si troverà nella mostra d’arte Colori diVersi, a cura del Centro Athena, Associazione di Promozione Sociale di Squinzano, organizzata in occasione della 12ma Giornata del Contemporaneo, promossa da AMACI (Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani), sabato 15 ottobre 2016 alle ore 20:30.

Le opere in mostra di Eliana Calò e Fabio Maddalo, con la loro potenza espressiva, condurranno lo spettatore a immergersi in un mondo in cui il colore del pennello si fonde al colore dei versi della poetessa Alessandra Vannicola e al colore delle note dell’arpa celtica, sprigionate dalle dita dell’arpista Sabrina Liù Luciani.

In questo percorso di fusione delle arti, la prof.ssa Brunella Luciani, intervistando gli artisti, guiderà il pubblico ad apprezzare le molteplici sfumature di quei colori che danno senso e significato all’esperienza di ciascun essere umano, perché nell’arte e attraverso l’arte ognuno possa ritrovare parti di sé e delle proprie emozioni.
Dalle sfumature delicate e fiabesche delle opere di Eliana Calò, passando attraverso l’energia cromatica sprigionata dai dipinti di Fabio Maddalo, sarà possibile sperimentare quanto il colore possa diventare parola e suono, dando vita a un’esperienza di grande portata emotiva.
Per coinvolgere ancor di più lo spettatore, sotto la guida della prof.ssa Sabrina Liù Luciani, si potrà provare l’incantevole suono dell’arpa celtica.
Un appuntamento da non mancare assolutamente, sabato 15 ottobre 2016, alle ore 20:30, presso la sede sociale del Centro Athena, in via Sant’Elia n. 161 a Squinzano (LE).

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleTrepuzzi, Oronza Renna: “I motivi del mio NO al Referendum Costituzionale”
Next articleLecce, auto si ribalta in tangenziale. Paura per un giovane di Surbo