A Lecce, lo “Scarambone” diventa HI-TECH

0
444

ScaramboneLecce Poche settimane fa presso il Polo Professionale Scarambone di Lecce è stato inaugurato il Laboratorio multimediale 3.1 in occasione del convegno su “Scuola digitale: ambienti e strumenti per la didattica digitale”.

Questo istituto superiore è l’unico caso in Italia di scuola ad alta tecnologia, nella quale si studia on-line. Il nuovo laboratorio è dotato di 28 postazioni di lavoro fisse e 38 mobili, 32 tra tablet e pc, lavagna multimediale, rete wi-fi a disposizione degli studenti. Sembrerebbe una realtà utopica, ma è proprio nella nostra provincia.

L’istituto è l’unico ad essersi adeguato alle normative sulla digitalizzazione delle scuole, mentre molti altri ancora arrancato. Pensare che in molte scuole sia in Italia, che in Puglia non esistono nemmeno delle postazioni internet per gli studenti.

Allora cosa ci si aspetta dai ragazzi se non vengono forniti loro gli strumenti necessari per essere al passo con il resto d’Europa?

Si spera che altre scuole seguano l’esempio dello Scarambone, così da diventare tutte 3.1!

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleNovoli, il basolato in piazza è divelto. L’assessore Tonio Roma, spiega …
Next articleL’analisi: 3 preziosi punti conquistati mettendo da parte il fioretto