Torre Lapillo, in manette un benzinaio di Veglie. Spacciava hashish e cocaina presso il suo distributore

0
1519

MONTEFORTE FERNANDO . jpgTorre Lapillo (Le) – Ieri, in serata, i Carabinieri della Compagnia di Campi Salentina, hanno perquisito – con l’ausilio delle unità cinofile – il distributore di benzina “Basile Petroli”, situato in località “Boncore” a Torre Lapillo (Le).

Gli stessi militari, da tempo, stavano osservando uno strano movimento: alcuni clienti, infatti, erano soliti raggiungere il distributore, sostare senza rifornirsi di carburante e ripartire dopo un certo lasso di tempo o, in alcuni casi, intrattenersi a parlare con il gestore, che spesso e volentieri era a zonzo all’interno dell’area di servizio anche durante l’orario di chiusura.

Si tratta di Fernando Monteforte, 48 anni, di Veglie, poi arrestato dai carabinieri per detenzione di stupefacenti. I militari, infatti, in seguito a perquisizione, hanno rinvenuto un chilo di hashish e 300 grammi di cocaina (per gran parte pura) nascosta in vari punti dell’area, tra l’ufficio e il deposito pneumatici. Trovati pure due magneti nei contatori Enel che si trovavano nell’ area adibita a lavaggio autovetture.  

L’uomo , dunque, è stato anche denunciato per furto di energia elettrica.

In ufficio, fra l’altro, è stato rinvenuto un bicchiere con della cocaina già tagliata e pronta per essere pesata con un bilancino di precisione, insieme ad un pacchetto con 50 grammi di cocaina pura.

Nel deposito pneumatici sono stati ritrovati  450 grammi di proteine in polvere (si tratterebbe di integratori usati da culturisti). Il fiuto dei cani antidroga ha portato alla luce anche tre pacchetti di cocaina pura del peso complessivo di circa 160 grammi, un barattolo di Glutammina, nove panetti di hashish del peso di 100 grammi ciascuno mentre, all’esterno del deposito, i Carabinieri hanno trovato un  altro pacchetto contenente 50 grammi di cocaina pura.

Il 48enne, su disposizione del PM di turno, Dott. Carducci, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Lecce dopo l’arresto in flagranza di reato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e di furto aggravato di energia elettrica. 

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleFestival Salento Classica, la musica di qualità è di casa a Lecce
Next articleLecce: il sindaco Perrone tuona contro i vandalismi ai danni della città