Squinzano: pizzicato dai carabinieri con la droga addosso e arrestato

0
2209

FRANCIOSO DARIO Squinzano (Le) – Nella trascorsa notte i carabinieri della Stazione di Squinzano hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio di Dario Francioso, nato nel 1982 a Campi Salentina, domiciliato a Squinzano, celibe, disoccupato, incensurato. Alle ore 23.30 la pattuglia della Stazione di Squinzano impegnata in un normale servizio di controllo del territorio, mentre percorreva via R. Sanzio, ha notato una Lancia Y che percorreva la stessa strada in direzione inversa, verso Campi Salentina, che alla vista dei militari ha visibilmente accelerato la corsa.

I militari hanno fatto inversione e l’hanno raggiunta. Durante il controllo dei documenti stradali, in regola, i militari hanno altresì notato un atteggiamento nervoso dell’autista. Hanno quindi deciso di sottoporre a perquisizione personale e veicolare il ragazzo. All’interno delle mutande gli hanno trovato occultate 7 dosi di cocaina, del peso complessivo di 2 gr. circa. In tasca 250 euro suddivise in banconote di piccolo taglio.

Particolare di non poco conto, il ragazzo non conosceva l’ammontare della somma detenuta. Infine, durante le fasi del controllo e della perquisizione sul suo cellulare, sottoposto a sequestro insieme ai soldi e allo stupefacente, sono arrivati diversi messaggi di soggetti impazienti del suo arrivo a Campi e a Salice, e che non si capacitavano del ritardo. Ritenendo che tutti questi elementi dimostrassero la flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti il PM di turno, dott.ssa Buffelli, ha ordinato la conduzione del ragazzo presso il proprio domicilio in regime di arresti domiciliari.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleQuattro sbarre nell’anima, a Casalabate presentazione del romanzo di Massimiliano Cassone
Next articleArriva ad Erchie ‘Quattro sbarre nell’anima’ . Il romanzo di Massimiliano Cassone protagonista della notte bianca ercolana