Inaugurazione dell’Anno Giudiziario 2014: è tempo di bilanci

0
353

TogheLecce – Stamane con una cerimonia presso la Procura di Lecce è stato inaugurato il nuovo Anno Giudiziario. L’occasione non è stata utile solo per  fare il bilancio dell’anno appena trascorso e per fare i propositi per il 2014, ma per permettere agli avvocati leccesi, assenti alla cerimonia, di palesare la loro protesta contro le precarie condizioni della giustizia italiana.

L’inaugurazione è stata presieduta dal presidente vicario della Corte D’Appello, il dott. Mario V. Fiorella, che ha tenuto a ribadire la lentezza del sistema giudiziario, piaga del nostro Paese.

Erano presenti alla cerimonia tutte le autorità civili della città barocca: il Sindaco, Paolo Perrone, il Prefetto, Giuliana Perrotta, il Presidente della Provincia, Antonio Gabellone e il Rettore dell’Università del Salento, Vincenzo Zara.

È stato fatto un resoconto dell’attività dell’anno appena trascorso che ha visto balzare in testa ai problemi di natura giuridica: la situazione del traffico dei rifiuti ed i connessi reati contro il paesaggio, le denunce di abusi e violenze sessuali e i suicidi ed omicidi nelle carceri leccesi.

Le occasioni di risonanza pubblica, come questa, sono spesso seguite solo dagli “addetti ai lavori” e da pochi altri interessati, quando, invece, dovrebbero essere in primis i cittadini a partecipare ed essere messi al corrente della situazione giudiziaria della propria città e provincia, poiché essi rappresentano lo Stato e i rapporti che regolano le loro vite, sono il frutto del buon funzionamento della giustizia.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous article“Io ci provo”: al via la terza edizione del laboratorio percorso-teatrale per i detenuti della casa circondariale di Lecce
Next articleCatanzaro-Lecce: le probabili formazioni.