In arrivo altri 10 milioni di euro per la rete idrica e fognaria di Porto Cesareo. Delibera in Consiglio Comunale

0
192

Porto Cesareo (Le) – 9 milioni 500mila euro per estendere ulteriormente la rete idrica e fognaria di Porto Cesareo, verso località “La Strea” e altri siti periferici della zona, con potenziamento del depuratore in vista dell’aumento dell’utenza servita.

Il consiglio comunale riunitosi il 28 agosto scorso ha deliberato la presa d’atto del Progetto P1512 – Studio di Fattibilità Tecnico-Economica per il Completamento degli estendimenti della rete Idrica e Fognaria nell’Abitato di Porto Cesareo (Le) – Importo di € 9.500.000,00 redatto dall’AQP S.p.A., e composto da una serie di elaborati riportati ai fini della conferenza di servizi indetta dall’Autorità Idrica Pugliese.

Un passo in avanti verso la dotazione di servizi per la marina e i territori annessi, che segue l’incontro svoltosi a Bari, lo scorso maggio, tra AQP, l’Autorità Idrica Pugliese, il sindaco di Porto Cesareo, Salvatore Albano, e l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Luigi Baldi.

Acquedotto Pugliese aveva inoltrato la richiesta di finanziamento ad AIP che a sua volta ha accolto l’istanza.

Il Comune aveva recepito nel tempo le diverse istanze presentate dai cittadini, le cui aree di residenza erano rimaste fuori dal progetto iniziale, per poi inoltrarle ad AQP che le ha fatte sue in base e alla disponibilità finanziaria e a valutazioni tecniche.

Con l’approvazione della delibera in consiglio comunale e la conclusione della Conferenza dei Servizi, si passerà alla fase esecutiva.

“La delibera – spiegano da Palazzo di Città -, è stata votata favorevolmente da tutti i consiglieri di maggioranza, mentre i consiglieri di minoranza Lugi Fanizza, Stefano My e Francesco Schito si sono astenuti, pur ritenendo il progetto valido e indispensabile per il territorio. Infatti i tre avevano inizialmente presentato una pregiudiziale con la quale avevano chiesto il ritiro della delibera. Tale pregiudiziale è stata rigettata a seguito di specifici chiarimenti in merito forniti dettagliatamente dal Segretario Comunale”.

Con la realizzazione di tali opere, l’indice di copertura fognaria in termini di allacci, potrà aumentare fino a circa il 70%. Per uscire dall’infrazione comunitaria, ci dovrà essere una copertura di almeno il 90% del territorio, pertanto AQP provvederà ad una nuova progettazione relativa alla località di Torre Lapillo e costa nord-est.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleLa Mer
Next articlePremio Terre del Negroamaro: nell’opposizione segnali importanti