Agitazione e tafferugli, a Novoli, per il comizio del consigliere Giovanni De Luca

0
1894

Comizio MSINovoli (Le) – Oggi, alle ore 19.00 in Piazza Regina Margherita, si è svolto il comizio organizzato dal Movimento per Novoli, movimento politico di destra, presente nella maggioranza dell’Amministrazione di Novoli con tre consiglieri.

Sul palco, Giovanni De Luca, fondatore del Movimento e capogruppo consiliare, teneva il suo discorso “gridando” le sue idee contro il precariato, la disoccupazione, i licenziamenti selvaggi e le delocalizzazioni; inoltre stava parlando del “dramma” Omfesa, a favore del commercio locale e narrava della volontà di fermare Equitalia, mettendola fuori dalle pratiche dell’Amministrazione novolese.

Dopo una ventina di minuti da via San Giovanni, è sbucato un corteo formato, a quanto riferitoci dai presenti, da una trentina di persone vestite quasi tutte di nero che, inveendo contro De Luca, hanno iniziato a lanciare pietre e uova in direzione del palco, mirando principalmente addosso al consigliere novolese.

Un paio di loro hanno aperto uno striscione bianco con la scritta verde : “Antifascismo”.

La cosa che fa specie è che, indipendentemente dal credo politico, i novolesi presenti in piazza hanno reagito contro quest’orda di violenti, e sono scoppiati tafferugli sedati fortunatamente dalle forze dell’ordine presenti: due vigili urbani e due carabinieri.

Sembra che uno di loro abbia perso dei documenti e i carabinieri stanno provvedendo in queste ore al riconoscimento.

Giovanni De Luca ha continuato il suo comizio, ponendo l’accento contro ogni forma di violenza, invitando i suoi sostenitori e amici a mantenere la calma e a non dare seguito all’accaduto.

Nelle prossime ore, seguiremo eventuali sviluppi.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleVilla Convento: la sagra della puccia compie 27 anni
Next articleCarmiano: look nuovo per Piazza Assunta.