A Trepuzzi una via intitolata a Teresa Russo, vittima di femminicidio

0
346

Trepuzzi (Le) – Il 16 luglio scorso, alle ore 9,30 a Trepuzzi, si è svolta la cerimonia di intitolazione della via a Teresa Russo, già via Cialdini. Sono trascorsi 4 anni dal triste giorno in cui la donna fu barbaramente uccisa per mano del marito, poi morto suicida qualche tempo dopo.

La manifestazione è stata fortemente voluta dalla Presidenza del Consiglio, dal Comune di Trepuzzi e dalla Commissione per le Pari Opportunità dello stesso Comune.

L’evento ha avuto luogo alla presenza delle autorità civili, militari e religiose. Presente anche la famiglia di Teresa e i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale di Novoli. Il contenuto  delle parole espresse dalle istituzioni locali, presso cui già da anni era in animo di dedicare una via a Teresa Russo, è di serbare nella memoria questo tragico fatto luttuoso perché sia un faro commemorativo affinché non debbano annoverarsi violenze verso donne e non solo, acciocché entrambi i generi sessuali vivano con la consapevolezza della necessità di mettere al centro della relazione affettiva il rispetto, la non violenza, la non discriminazione.

“Il femminicidio di Teresa Russo – dichiarano dall’A.C. di Trepuzzi – nostra concittadina, nel quarto anniversario della sua morte, è ancora una ferita aperta nelle Comunità di Trepuzzi e di Novoli che si uniscono per riflettere insieme su come contrastare questo terribile fenomeno radicato nella nostra cultura. 

È necessario l’impegno quotidiano per fronteggiare questo dramma dalle dimensioni spropositate. La violenza sulle donne non è un fatto privato, né un fatto di donne ma una tragedia sociale che riguarda tutte e tutti, e rappresenta una profonda ferita per la nostra società.

Le Istituzioni, le associazioni ,noi tutti dobbiamo fare di più per rintracciare le modalità che intercettino tempestivamente le richieste d’ aiuto, benché silenziose, delle donne molestate, maltrattate, uccise.

Dovremo, come istituzioni, impegnarci ancora di più operando su tutte le fasce di età affinché vengano raggiunti gli obiettivi di uguaglianza giuridica, politica , ma soprattutto sociale; affinché tutto questo venga arginato e sconfitto”.