A Novoli ancora proteste in via Palombaro. Giovanni De Luca: “Il Sindaco annulli i verbali elevati ai residenti”

0
486

Intanto Giovanni De Luca, ex presidente del Consiglio Comunale, chiede la revoca dei verbali elevati nella centralissima via novolese


Novoli (Le) – Ancora nulla di fatto, a distanza di mesi, sulla viabilità in via Palombaro a Novoli, la stretta e lunga strada a pochi passi dalla centrale Piazza Regina Margherita, oggetto, ormai da tempo, di svariate controversi fra cittadini residenti e amministratori locali.

“Ad oggi – scrivono i componenti del comitato costituitosi in seguito alle multe elevate dagli agenti della Polizia Locale agli automobilisti adusi a parcheggiare su quel tratto viario – manca una regolamentazione della viabilità in Via Palombaro. E’ una necessità che i residenti invocano soprattutto in via prospettica per evitare in un prossimo futuro multe selvagge a chiunque abbia parcheggiato l’autovettura sulla suddetta via”.
Sul tema è intervenuto anche il segretario cittadino di Fratelli d’Italia, Giovanni De Luca (già presidente del Consiglio Comunale nell’amministrazione guidata da Gianmaria Greco) per chiedere al Sindaco ed al Comando di Polizia Locale un intervento risolutivo e la revoca dei già citati verbali.
Gianni De Luca“Recentemente – scrive De Luca – ho avuto modo di interloquire con il Dirigente della Polizia Locale, sig. Francesco Miglietta. Il 23 Aprile 2020 il Comando di Polizia Locale di Novoli emetteva un numero elevato di contravvenzioni per violazioni al codice della strada con riferimento alle auto in sosta in Via Palombaro. Ritengo che tali contravvenzioni siano state elevate in maniera indiscriminata ed inopportuna, in quanto sulla suddetta via insisteva un cartello di divieto di sosta “eccetto residenti” del tutto legittimo ai sensi della deliberazione della Giunta Municipale n. 135 del 16/07/2015.
Ciò che alimenta ancor di più le mie titubanze in merito, è la rimozione del cartello lo scorso 30 giugno e che espone i residenti a rischi di contravvenzioni ancora maggiori.
L’azione – continua l’esponente di Fratelli d’Italia – appare vessatoria e confusa in danno ai residenti ed aventi diritto, alcuni dei quali mi hanno manifestato, nella mia qualità di ex amministratore dal 2015 al 2018, tutto il rammarico e le giuste rimostranze per l’azione avvenuta durante il mio mandato e per i continui rinvii di decisioni palesate nelle riunioni svolte con il comitato dei cittadini, decisioni poi ritirate e contraddette”.
Basterebbe attenersi alle leggi vigenti in materia ed al Codice della Strada – conclude Giovanni De Luca -, invitando il Sindaco a valutare l’opportunità di annullare in regime di autotutela i verbali elevati a quanti risultano residenti ed aventi diritto. “Durante il mandato del Sindaco Greco la situazione è stata regolamentata mentre oggi ci sono continui rinvii di decisioni palesate nelle riunioni svolte con il comitato dei cittadini, decisioni poi ritirate e contraddette”.