Musica, il sogno di Mattia Miglietta arriva in finale

0
1793

copertina migliettaNovoli (Le) – Dopo aver superato brillantemente le semifinali, Mattia Miglietta, diciannovenne novolese, approda alle finali del concorso canoro “Nota d’Oro”. 

Si è tenuta la settimana scorsa la semifinale della manifestazione barese e Mattia, come aveva annunciato nell’intervista esclusiva rilasciata a Paisemiu.com, vi ha preso parte con tanto entusiasmo e voglia di fare e il risultato è stato il migliore: il passaggio in finale. 
La fase conclusiva del concorso, che ne decreterà il vincitore, si terrà domenica 27 luglio sempre a Corato in provincia di Bari e la giuria, che avrà un ruolo fondamentale nell’elezione del vincitore, sarà presieduta dal Maestro Vince Tempera e vedrà la partecipazione di Giorgio Guli, vincitore dei “Grandi Festivals Italiani 2013”.

Il primo classificato della categoria “Inediti – Nuove Proposte” (in cui gareggia Mattia) si aggiudicherà il trofeo offerto dall’organizzazione, dal Comune di Corato e dalla Provincia di Bari, parteciperà alle fasi finali nazionali del “Grandi Festivals Nazionali 2014” e si esibirà come ospite alla manifestazione “Casa Sanremo 2015”. Verrà, inoltre, assegnata una borsa di studio al testo di maggior rilevanza artistica. 

Per far vincere Mattia non basterà, però, solo il suo talento: avrà bisogno anche del nostro sostegno. Per votarlo il modo è semplice: basterà inviare un sms al 4883888 con scritto “NDO 5” dal 27 luglio al 15 ottobre. Il più votato, insieme ai due vincitori della giuria tecnica, potrà partecipare alla finale nazione dei Grandi Festivals Italiani 2014. La strada si fa difficile ma non impossibile: in bocca al lupo Mattia!

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleCoppa Italia: sarà Lecce-Foligno
Next articleTorre Lapillo: da torre difensiva a osservatorio astronomico per una notte.