A Torre Lapillo l’asta di beneficenza “Battiti divini”

0
403

battitiA Torre Lapillo, con la suggestiva cornice della torre fortificata a fare da sfondo, Domenica 30 giugno si terrà l’asta di beneficenza a favore di Legambiente; la manifestazione titolata “Battiti divini” vedrà la partecipazione dell’Enopittrice Arianna Greco.

Per l’occasione, importanti aziende vinicole di Puglia, Basilicata e Calabria metteranno a disposizione bottiglie introvabili che verranno battute all’asta dall’attore Antonio Stornaiolo alla presenza del giornalista Enzo Del Vecchio.

In questo splendido contesto impreziosito dall’esposizione delle opere della famosa Enopittrice Arianna Greco, dipinte con vino al posto dei tradizionali colori, l’Artista Salentina, dopo aver girato l’Italia, terra’ un “live” della sua Arte Enoica, inebriando e incuriosendo i presenti.  Saranno presenti anche alcune opere di Luisa Quarta e Liliana Liverani e interverrà il jazz dall’atmosfera inconfondibile di Raffaele Casarano. La manifestazione è stata organizzata da Assoenologi Puglia, Basilicata e Calabria in collaborazione con Associazione Donne del Vino Puglia e Confindustria Lecce e con il patrocinio dell’Assessorato alle Risorse Agricole e Forestali della Regione Pugliaper proseguire il processo di valorizzazione del territorio salentino. Un’azione che si inserisce nel programma di azioni della Carta Europea per il Turismo Sostenibile sottoscritta dai Parchi del Salento e certificata da Europark.

In quest’occasione sarà “LA TRIGLIA DI PORTO CESAREO” a essere la protagonista della serata, futura DOP, sarà interpretata ai fornelli dagli Chef di Relais La Fontanina di Ceglie Messapica.

 {loadposition addthis}

 

 

 

 

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleLupiae, Tatiana Turi:«Iniziamo abolendo i nostri benefit»
Next articlePorto Cesareo: si punta al rilancio dell’industria balneare