THE OTHER INSIDE ME, a Lecce gli scatti No-Profit di Rebecca Arnold (2)

0
34

Da photoretoucher per lo star system americano ed europeo ad ambasciatrice per la St. Luke’s Foundation di Haiti: gli scatti no-profit di Rebecca Arnold arrivano a Lecce. Il vernissage è fissato per venerdì 15 maggio, alle ore 19, a Palazzo Vernazza

Mostra Rebecca Arnold invitoLecce – Venerdì 15 maggio, alle ore 19, a Palazzo Vernazza, a Lecce, verrà inaugurata “The Others Inside Me/Gli Altri dentro di me”, la mostra della fotografa newyorkese Rebecca Arnold che da anni viaggia per il mondo e dona il proprio lavoro alle comunità afflitte da guerre o calamità. Nel suo lavoro fotografico la piena realizzazione del sogno di tantissime donne che vivono in ogni parte del mondo: donarsi per realizzarsi, raggiungere una professionalità tale da poterla regalare al mondo per farne un posto migliore.

L’evento fa parte di Itinerario Rosa, la rassegna al femminile organizzata dal Comune di Lecce.

JHAS medical nonprofits waiting room Zaatari Con la sua agenzia, che si occupa ad altissimi livelli di post produzione fotografica, Rebecca Arnold ha creato icone dello star system americano ed europeo. Milioni di persone hanno visto il suo lavoro in campagne pubblicitarie globali, copertine di album e riviste tra cui il famoso e gigantesco cartellone pubblicitario nella Times Square di New York. I suoi lavori sono stati pubblicati innumerevoli volte in riviste come Vanity Fair, Elle, Flaunt, Interview Magazine, Harper’s Bazaar Arabia, Allure ed alcune sue foto hanno avuto il riconoscimento delle riviste French e American Photo. Il lavoro di Rebecca è anche apparso in programmi tv come Oprah, Entertainment Tonight, Sex and the City e sulla copertina di una delle uscite più vendute della famosa rivista americana Us Magazine.

La mostra, realizzata dall’associazione culturale Calliope Comunicare Cultura e dalla Galleria d’arte contemporanea Art and Ars Gallery, sarà visitabile tutti i giorni dal 15 al 22 dalle 17 alle 20.

Per maggiori informazioni email calliopecomunicarecultura@gmail.com

Chi è Rebecca Arnold

Rebecca Arnold è una prolifica fotografa che ama documentare natura e cultura dei 40 paesi nel mondo che ha visitato. In questo momento sta trasformando la sua passione per la fotografia in una professionalità a disposizione delle organizzazioni no-profit che lavorano nei paesi in via di sviluppo. Racconta il loro duro lavoro attraverso foto che dona affinché vengano riutilizzate a scopo promozionale o per la ricerca di fondi. Ha collaborato con il Nobel per la Pace Muhammad Yunis della Grameen Foundation nell’Africa dell’est e, grazie all’aiuto della Fondazione Clinton e del Gruppo per la Filantropia Globale, Rebecca ha fotografato il lavoro del St. Luke’s Hospital di Haiti vincitore del premio Opus. Recentemente è stata in Brasile a documentare il lavoro di C.A.R.E. e di altre associazioni vincitrici di riconoscimenti importanti nel settore del volontariato. Il suo progetto è di dare alla sua fotografia documentaristica sulla natura e l’arte una direzione socialmente consapevole, rebeccaarnoldphotography.com.

Rebecca vive a New York, lavora occasionalmente a Los Angeles e tiene conferenze per l’Istituto d’Arte di San Francisco.

Negli ultimi anni, il suo interesse per la psicologia, le scienze della conoscenza e le cause umanitarie, Rebecca ha preso un diploma in life coaching, rebeccaarnoldcoaching.com. Tiene conferenze e lavora come mentore per associazioni no-profit che sostengono lo svantaggio e ha appena tenuto una conferenza presso la New York University. Ha un piccolo studio a New York e nel 2011 ha fondato la New York Coaches Network. 

Rebecca è nata da madre tedesca e padre Americano e ha vissuto I suoi primi anni in Europa; questo ha creato in lei una naturale inclinazione a costruire il proprio lavoro attraverso le relazioni internazionali.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleLe pagelle di Lecce – Fondi: Torromino devastante
Next articleDal 4 al 29 Giugno Palazzo Vernazza a Lecce ospiterà la mostra fotografica Vita Aeterna