“Prologo d’Autunno”, al teatro comunale di Novoli Ottobre e Novembre tra teatro musica e danza aspettando la bella stagione

0
380

Teatro, musica e danza gli ingredienti del cartellone in programma al Teatro Comunale di Novoli da ottobre a novembre nell’ambito della residenza artistica Teatri Abitati organizzata dalle compagnie Factory Compagnia Transadriatica e Principio Attivo Teatro con Comune di Novoli, Regione Puglia e Teatro Pubblico Pugliese. Contaminazioni tra arti. Diversificazione e mescolarsi di linguaggi paralleli e convergenti.

PROLOGO locandina lungaNovoli (Le) – Un “prologo” alla stagione invernale che si preannuncia sorprendente per titoli e protagonisti. A caratterizzare le scelte degli organizzatori la volontà di dare spazio e visibilità agli artisti del territorio salentino e diffondere le buone pratiche del fare teatrale produttive nel processo di identificazione e sviluppo sociale e comunitario.

Un teatro che parli al pubblico. Che lasci proiettare la società nelle proprie dinamiche attraverso la finzione scenica. Focalizzandosi oltretutto sull’aspetto ludico del rito teatrale: l’uomo che si stacca dal mondo, dal reale, portandosi su un piano esistenziale, quello dell’illusione, che paradossalmente sembra più vero, più denso di quello ordinario. Provare piacere e nutrire coscienze. Un atto civile, politico, immaginifico.

Saranno 3 gli appuntamenti teatrali, 1 dedicato alla danza, 4 quelli musicali e nel finale la gran festa d’apertura della stagione domenicale per le famiglie “Ci vuole un fiore – a teatro con mamma e papà” giunta alla quarta edizione e per quell’occasione in piazza Regina Margherita, a Novoli, arriverà il “Ludobus”: un furgone itinerante che, come le antiche carovane porterà spettacoli e giochi viaggianti, trasformando così gli spazi urbani in aree di gioco, di socialità e di partecipazione.

Per il teatro si parte con il debutto del nuovo spettacolo di Daria Paoletta scritto assieme a Francesco Niccolini IL BALLO dal bellissimo romanzo di Irene Nemirovskj (3-4 ottobre), la presenza straordinaria della compagnia dei detenuti attori del Carcere di Lecce Io ci provo con HAPPY BIRTHDAY BARBABLU (17 ottobre), e il debutto della giovanissima attrice novolese Michela Marazzi con AMURI (24 ottobre).

Anche per la musica si guarda alla straordinario talento dei musicisti salentini con CESARE DELL’ANNA TRIO contaminatore di sonorità balkan jazz (18 ottobre), la presentazione del nuovo disco di RAFFAELE VASQUEZ in ME (25 ottobre), i viaggi musicali tra Albania e Salento di REDI HASA e MARIA MAZZOTTA in URA (8 novembre) e per finire la presentazione del nuovo disco di WILLIAM GRECOCORALE (22 novembre). Da segnalare la collaborazione con l’etichetta Workin’label che proseguirà per l’intera stagione.

Per la danza il ritorno della coreografa leccese Barbara Toma impegnata nel progetto FLICK che la vede accanto ad una coreografa, dirigere un gruppo di straordinari talenti pugliesi in due diverse composizioni  10  ROOMS di Eva Sanchez Martz  e NON SO PIU’ COSA SON, COSA FACCIO. FORSE FARO’ IL DESIGNER  di Barbara Toma (31 ottobre)

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleEmozionArte: colori, musica, emozioni
Next articleIl bel gioco non basta: con il Catania è pareggio