Notte di San Lorenzo, a rimirar le stelle in spiaggia, paesi e città

0
463

StelleLa sera più magica dell’anno è arrivata. La notte dei desideri, come cantava Jovanotti in un suo tormentone dell’estate di due anni fa, ritorna ad allietare e a far sperare  la gente desiderosa di viaggiare, almeno con la mente, per sfuggire dalle ansie e dai problemi della vita quotidiana.

Noi salentini, poi, abbiamo un vantaggio: possiamo trascorrere quelle ore con gli occhi puntati al cielo anche in spiaggia, cullati dal suono delle onde del mare.

Ma se si ha voglia di cambiare? Ecco, un’estesa sfilza di paesi e città del tacco pugliese propongono una serie di eventi per chi ha voglia di vivere un “San Lorenzo alternativo”. La città di Lecce, ad esempio, propone, agli amanti della danza e non, le “Notti Bianche del Tango”, una rassegna del ballo latino che parte oggi (dalle 22 fino all’alba) e si concluderà il giorno di Ferragosto. La manifestazione, che porterà un tocco di sensualità al nostro Capoluogo di provincia, vedrà la partecipazione di campioni non solo nazionali, ma anche mondiali, originari del Giappone o dell’Argentina.

È nelle località marittime che, però, si può attestare il maggiore interesse per questa notte incantata. A San Cataldo, per esempio, ritornano gli anni Ottanta. Sì,  è proprio il caso di dirlo: per tutti i nostalgici della musica anni ’80 questa sera al Lido York del versante Adriatico si potranno rivivere ed emozionarsi con i successi dei Duran Duran, di Phil Collins e tanti altri; tutto questo grazie alla band “One Shot ‘80” guidata da Paolo Zappi. L’ ingresso è libero!

Sempre sulla costiera adriatica, è opportuno ricordare il concerto “Fimmena, mare e focu”: appuntamento presso il Castello Aragonese di Otranto alle 21.30 con la cantante e tamburellista Anna Cinzia Villani che sarà accompagnata dalla Macuran Orchestra per proporre una serie di brani che descrivono la donna … dal punto di vista dell’uomo.

Spostandoci sul versante ionico, è utile menzionare il “South’s Cheyenne day”, il motoraduno di Avetrana che avrà inizio alle ore 22 e terminerà alle prime luci dell’alba. Si tratta di un mega-concerto organizzato dagli “Indian Bikers Ms – Sezione di Taranto” che prevede l’esibizione di vari gruppi rock metal, artisti di strada, di gare sportive e di forza; all’evento, saranno presenti anche più di 30 stand di espositori di prodotti gastronomici e gadgets. A Gallipoli continuano e si rinnovano gli appuntamenti usuali del sabato notte nei vari locali e discoteche. Per chi cerca qualcosa di più soft, invece, muovendoci nell’entroterra salentino, potrebbe essere la scelta giusta quella di assistere a una delle più celebri commedie di Neil Simon (drammaturgo e sceneggiatore statunitense del secolo scorso), “La strana coppia”, portata in scena a Casarano, nel Chiostro di San Domenico, dalla Compagnia Calandra, lievemente rinnovata nel cast.

Per gli amanti della musica pop è da segnalare il concerto a Martina Franca di Renzo Rubino . L’esordiente cantante salentino, vincitore del “Premio della Critica” allo scorso Festival di Sanremo,  torna “a casa” per far tappa con il suo “Poppins Tour”, la serie di concerti che lo sta portando ad esibirsi in tutta Italia riscuotendo un successo che fa ben sperare, soprattutto grazie ai suoi due singoli “Il Postino (Amami Uomo)”, che gli era valso il primo posto nella classifica del televoto al  Festival della Canzone Italiana, e “Pop.

Per chi vuole passare una suggestiva notte di San Lorenzo, insomma, le occasioni non mancano, ma per i più tradizionalisti rimane la spiaggia la meta preferita anche se quest’anno il clima non è dei migliori. L’importante è farsi cogliere dalla magia delle stelle cadenti, in qualsiasi luogo si decida di trascorrere la serata e … ad ognuno la sua stella!

 

{loadposition addthis}

 

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleMoriero: «A Terni per avere risposte». Probabili formazioni.
Next articleTernana-Lecce: obiettivo “testa alta”