Misure di sicurezza, ampio parcheggio e collegamenti ferroviari straordinari con Novoli per i giorni dedicati al Santo Patrono Antonio Abate

1
44

Stamane, in Prefettura, si è riunita la Commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo, per la discussione e l’approvazione del piano di sicurezza approntato dal Comune di Novoli e dalla Polizia Locale


Novoli (Le) – Anche quest’anno l’antico rito della Fòcara di Novoli si compirà e saranno in migliaia a riversarsi nel paese nord salentino per assistere alla grande festa in onore di Sant’Antonio Abate che, tra sacro e profano, ha per suo momento culminante proprio l’accensione del maestoso falò, in piazza Tito Schipa.

Non mancherà, come per le precedenti edizioni, l’adozione delle opportune misure di sicurezza necessarie a scongiurare qualsiasi pericolo, anche in considerazione di quanto le cronache registrano e documentano ogni giorno in varie parti del mondo.

Stamane, intanto, in Prefettura, si è riunita la Commissione Provinciale di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo, presieduta dal dr. Guido Aprea, alla presenza della Commissaria Straordinaria nel Comune di Novoli, dr.ssa Paola Mauro, per la discussione e l’approvazione del Piano di Sicurezza approntato dal Comune di Novoli e dalla Polizia Locale

Come già da qualche tempo, anche quest’anno, dal 16 al 18 gennaio, saranno installati dispositivi di sicurezza ai varchi di accesso in paese. Si tratta dei cosiddetti new jersey, le barriere antisfondamento in cemento armato che saranno costantemente presidiati da agenti armati e dai volontari della Protezioni Civile.

Nelle immediate prossimità dell’area interessata dalla Fòcara, ove peraltro nei giorni 16 e 17 avranno luogo anche i concerti, i varchi di accesso (ed esattamente via Carducci, via Sacco e Vanzetti, via Borgo e via Udine) saranno previsti adeguati sistemi di controllo e filtraggio di accesso del pubblico a cura degli agenti di Polizia. In condizioni di emergenza, gli stessi tratti viari saranno considerati vie di fuga.

Nelle vie Trieste, Veneto e S.P. 4, invece, potranno transitare solo ed esclusivamente i mezzi di soccorso pubblico. Su quelle strade sarà assolutamente vietato parcheggiare o transitare con altri mezzi. Tuttavia, le vie di esodo e gli ingressi saranno opportunamente segnalati mediante idonea cartellonistica.

I soccorsi sanitari saranno garantiti dalla presenza di un’automedica del 118 con a bordo un dirigente medico, un infermiere ed un autista soccorritore. Inoltre sarà previsto un congruo numero di ambulanze dislocate nelle varie aree interessate dalla festa.

Previste anche apposite aree destinate ai disabili ed ai loro accompagnatori, onde consentire una sicura e confortevole partecipazione all’accensione della Fòcara.

La novità di quest’anno è costituita da un ampio spazio destinato a parcheggio (800 posti auto) a ridosso della strada provinciale Novoli – Veglie. Lo spazio interessato si estende per una superficie di quasi due ettari, con settori ben delimitati per la sosta di autobus, camper ed autovetture, con le più ampie possibilità di manovra per i mezzi in entrata ed uscita, Area Food e Beverage, Servizi Igenici, Connessione WiFi Gratuita.

Per agevolare lo spostamento degli avventori del parcheggio, sarà organizzato un servizio di Trenino Turistico Navetta Gratuito tra la zona parcheggio e l’abitato di Novoli; il parcheggio sarà ovviamente custodito da personale professionale e da servizio di vigilanza.

Il percorso per raggiungere la zona parcheggio sarà adeguatamente segnalato per agevolare nelle forme più comode e pratiche possibili chi dovesse giungere dalle direttive di Lecce, Trepuzzi, Campi Sal.na, Salice, Carmiano.

(Per info e costi è possibile contattare direttamente l’Associazione Culturale Juice inviando una mail a parking.focaranovoli@gmail.com oppure chiamando al numero 392.6512769).

Per evitare l’uso delle auto, poi, le Ferrovie del Sud Est e Servizi Automobilistici S.r.l. hanno messo a punto per la sola giornata del 16 gennaio, un piano di corse supplementari tra le stazioni di Novoli e Lecce.

Da Lecce i treni in partenza diretti a Novoli osserveranno il seguente orario: 18.10 / 18.42 / 19.30 / 21.45 / 22.25 / 23.05. Per ciascun treno sono garantiti 136 posti a sedere e 146 posti in piedi.

1 COMMENTO

  1. 16 ottobre 2010 Torinovoli
    Poesia Fòcara di Ersilio Teifreto con traduzione —-

    Novulum – Fòcara te Sant’Antoniu Abate te lu fuecu
    Tuttu ncigna
    cu na sarmenta te igne
    ca ddentane sarcine,
    li cristiani se le passane
    a spaddra, una subbra llaura
    Eccuu…la Fòcara
    cu na favilla se
    dduma lu fuecu
    ca face criscere
    la vampa intra l’uecchi
    Mpiccia lu fuecu…. ca sintimu
    lu rusciu te la Fòcara
    e lu ndore te la purvere te sparu
    ca mannane la ntronatura te li fuechi
    Uardamu all’aria le fasciddre ca olane
    an cielu ammienzu le stiddre e la luna
    Te mmaggini trueni e lampi,
    eppuru li cristiani pe magia
    ritene e ballanu
    pe li Dei e li timoni
    Li cuntadini preane S.Antoniu Abate
    cu face scire meiu lannata prussima
    Le vampe ne lassane
    nu segnu intra ll’uecchi
    e scarfane lu core
    Mpizzicamu lu fuecu bbuenu te la
    Fòcara
    ——————————————————————————————————
    Novulum- Fòcara di Sant’Antonio Abate del fuoco
    Tutto inizia
    con una stele di vite
    che diventano fascine,
    le persone se le passano
    sulle spalle, una sopra l’altra
    Eccuu…la Fòcara
    con una scintilla si
    accende il fuoco
    che fa crescere
    la fiamma dentro gli occhi
    Accendi il fuoco… che sentiamo
    il rumore della Fòcara
    e l’odore della polvere da sparo
    che emanano i fuochi pirotecnici
    Guardiamo in alto le scintille che
    volano
    in cielo verso le stelle e la luna
    Immagini tuoni e lampi,
    eppure le persone per magia
    ridono e ballano
    per gli Dei e i demoni
    I contadini pregano S.Antonio Abate
    per fare andare meglio l’annata
    prossima
    Le fiamme ci lasciano
    un segno negli occhi
    e scaldano il cuore
    Accendiamo il fuoco buono della
    Fòcara.

    Gli abbracci che vi lasciano i Novolesi non sono dimenticabili.
    Poesia sulla Fòcara di Novoli dedicata a mia moglie Pina Sorrenti scomparsa improvvisamente nel 2009 l’ho scritta cu tuttu lu core, spero piaccia ai Novolesi e tutti i Salentini,
    autore Ersilio Teifreto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleIn politica a Lecce è bagarre: tutti contro tutti!
Next articleAntonio Verri e “La cultura dei tao”